iOS 11, Siri sarà proattiva e imparerà le abitudini degli utenti

ios-siri-mac-mac-os.jpg

Con iOS 11, Siri farà il salto di qualità. Diventerà proattiva, e sarà realmente in grado di anticipare le esigenze dell'utente in base alle sue abitudini.

Nel giorno di iOS 10.3, si parla già di iOS 11. Secondo le indiscrezioni pubblicate da The Verifier, Apple aggiornerà Siri per integrarla maggiormente con iMessage, sincronizzarla con iCloud ma soprattutto per renderla capace di apprendere dai comportamenti degli utenti e far proprie le loro abitudini.

Di recente, Apple ha brevettato una tecnologia che fonde l'intelligenza artificiale di Siri con la messaggistica e che rende possibile impostare incontri e promemoria in base ad una conversazione iMessage, alla posizione dell'utente e ai partecipanti. Una robetta piuttosto sofisticata che, per dire, consentirebbe di dire all'iPhone: "Organizza un incontro con Laura la prossima settimana;" dopodiché, sarebbe Siri a capire chi è Laura, quando ha disponibilità per fissare un pranzo assieme e quando ce l'avete anche voi.

Per quanto concerne la proattività, invece, un assaggio lo abbiamo già avuto con iOS 10, ogni volta che il sistema suggerisce ad esempio le app che probabilmente vorremmo usare; con iOS 11 le cose diventeranno molto più interessanti, però, e i suggerimenti terranno conto anche delle abitudini nelle app di terze parti e del contesto. Tali informazioni seguiranno poi l'utente di dispositivo in dispositivo, dal Mac ad Apple Watch, da iCloud a Apple TV.

Tra le altre novità attese con iOS 11, le chiamate FaceTime di gruppo e le "funzionalità avanzate di Siri." In attesa di saperne di più, potete dare un'occhiata al bellissimo video-concept che abbiamo pubblicato pochi giorni fa.

  • shares
  • Mail