Microsoft Cortana e Amazon Alexa: tutte le alternative a Siri su iPhone

siri-google-now-cortana.png

Se avete voglia di provare qualcosa di più esotico rispetto a quel che passa il convento, sappiate che sul vostro iPhone potete installare gli assistenti virtuali della concorrenza, pur se con diverse limitazioni.

Per ovvi motivi, ogni produttore cerca di spingere i propri servizi a scapito di quelli concorrenti; dunque, Siri gioca in casa su iOS così come Cortana è l'assistente virtuale di riferimento su Windows Phone e Google Assistant è la scelta predefinita su Android. Siri può raggiungere i dati iCloud degli utenti, inviare messaggi e può essere attivata con un semplice comando vocale 'Hey Siri'; tutte feature che nessun altro assistente virtuale non potrà mai vantare su iPhone e iPad. Ma questo non significa che non possiate togliervi lo sfizio di utilizzarli anche sui dispositivi mobili di Cupertino. Facciamo il punto della situazione.

Microsoft Cortana

Microsoft ha rilasciato una nuova build di Cortana per iPhone, l'omologo di Siri dedicato ai PC e smartphone Windows, Xbox, iOS e Anderoid . La versione 2.0 è più scattante e ha una nuova interfaccia per chiamate, messaggistica, promemoria e pagine di risposta più ricche di dati con transizioni più rapide.

A Cortana potete chiedere di controllare il meteo, impostare appuntamenti e promemoria, tracciare pacchi, conoscere i risultati di una partita e molto altro.

Potete scaricare Cortana per iPhone gratuitamente da questa pagina dell'App Store, ma solo se possedete un account USA. L'app, infatti, è localizzata esclusivamente in inglese per il momento.

Amazon Alexa

Grazie ad un'app di terze parti chiamata Reverb, potete provare Alexa su iPhone, iPad e perfino Mac. La buona notizia è che il motore alla base dell'app è basato su Alexa v2, dunque l'ultima versione più intelligente; la cattiva è che non supporta ancora l'italiano.

Qui trovate un approfondimento su quel che potete o non potete chiedere (compreso come installare le Skills per giocare o effettuare domande più specifiche); potete scaricare Reverb da questa pagina dell'App Store.

E Google Assistant?

Google ha tutto l'interesse a portare il proprio assistente vocale su iOS, e infatti è assolutamente intenzionata a farlo. Purtroppo non esistono tempistiche note: sappiamo solo che qualcuno, in qualche anfratto segreto di Mountain View, sta lavorando per portare a termine questo progetto. E non vediamo l'ora che accada, visto che attualmente Google Assistant è probabilmente l'assistente virtuale più sofisticato presente sul mercato.

  • shares
  • Mail