Systemic Console 2 e Seti@Home: il Mac a caccia di esopianeti e alieni

ufo_esopianeti_apple.jpg

Il prossimo pianeta abitabile dall'uomo potrebbe avere il vostro nome; o forse, potreste rendere possibile la scoperta di nuove forme di vita intelligente. Tutto quel che vi si chiede è prestare un po' della potenza del vostro Mac.

A Caccia di Pianeti

tutorial3-12.gif

Ad oggi si contano circa 3.577 esopianeti in 2.687 sistemi planetari diversi; si tratta di pianeti extrasolari, cioè non appartenenti al nostro sistema solare, e qualcuno di questi potrebbe perfino avere caratteristiche che lo rendono compatibile con la vita umana.

Purtroppo, mancano semplicemente le risorse per poter analizzare una mole tanto grande di dati, ed ecco l'intuizione geniale degli scienziati: usare una forma di calcolo distribuita attraverso Internet, mettendo in connessione i computer degli utenti che vogliono dare una mano.

Il Carnegie Institution for Science ha creato un'app Open Source per Mac che potete scaricare da questa pagina e che contempla un database di oltre 1.600 sistemi solari in formato binario. Basta installare l'app (e l'ultimo Java JDK 7, se non lo avete) per poter contribuire alla ricerca scientifica. Qui trovate un tutorial che vi spiega come fare.

A Caccia di Alieni

1200px-setiathomeversion4point45.png

Se invece vi intriga di più l'idea di individuare forme di vita aliena, potreste prestare il vostro Mac (quando non lo usate) al progetto Seti@Home dell'Università della California. Il suo scopo è analizzare i segnali radio provenienti dal cosmo in cerca di segni di intelligenze extraterrestri.

Basta scaricare il software BOINC, procedere all'installazione e infine scegliere i progetti a cui intendete aderire. Parteciperete così al più grande fenomeno di calcolo distribuito con il maggior numero di partecipanti al mondo, riconosciuto anche dal Guinness dei primati come il più grande calcolo nella storia.

  • shares
  • Mail