Batteria iPhone 6s, un dipendente Apple: "Nessun piano per l'emergenza"

iphone-7-1-780x521.jpg

Alcuni iPhone 6s hanno un problema con la batteria: si spengono e non si riaccendono più. Apple ha annunciato un programma di riparazioni gratuite, ma la cosa le sta sfuggendo di mano.

Evidentemente, a Cupertino pensavano di poter vestire l'emergenza batterie con l'ordinaria amministrazione, e invece qualcosa non torna. Un dipendente Apple Store, rimasto ovviamente anonimo, ha rilasciato un'intervista a Business Insider in cui spiattella qualche succoso retroscena.

Ogni sostituzione di batteria richiede dai 20 ai 45 minuti, e ogni membro dello staff è costretto ad effettuare almeno 15-30 operazioni simili ogni giorno, superando di parecchio "la quantità che è possibile lavorare di volta in volta. Non c'è nessun piano concreto per gestire l'emergenza," ha dichiarato. "La maggior parte degli store è sottodimensionata a livello di staff, e i clienti effettuano troppe prenotazioni, per cui alla fine i Genius devono prendere due lo tre appuntamenti alla volta. Con le sostituzioni batteria che arrivano di continuo."

Ciò però non si traduce soltanto in dipendenti scontenti, ma anche in clienti poco soddisfatti. È evidente infatti che con ritmi di lavoro simili, l'attesa si allunga per tutti, il che non è ottimale soprattutto nel periodo delle festività.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 58 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE TECNOLOGIA DI BLOGO