MacBook Pro con Touch Bar, neppure Apple si aspettava questo successo

successo_macbookpro2016.png


Aggiornamento del 9 novembre 2016

Il nuovo MacBook Pro (Metà 2016) è un successo insperato. Neppure Apple credeva in una simile risposta da parte del pubblico.

Stando alle indiscrezioni raccolte da Digitimes tra i partner asiatici di Cupertino, pare che la mela stessa sia rimasta sorpresa della quantità di ordini ricevuti (a scatola chiusa) per i nuovi MacBook Pro con Touch Bar. Tant'è che Apple ha dovuto aumentare gli ordinativi "dopo un incipit tutt'altro che aggressivo."

Ciò potrebbe causare ulteriori ritardi alla consegna delle macchine, che pure pare avvenire in tempi più ristretti rispetto a quanto inizialmente prospettato, almeno per il momento.

Evidentemente c'era molta domanda per un aggiornamento della linea, e in effetti Apple ha dovuto ritardare il lancio del nuovo Pro a causa di problemi coi nuovi cardini, la batteria e la tastiera, poi risolto negli ultimi mesi. E così, ora è partito l'ordine di aumentare la produzione a 15 milioni di unità per quest'anno e di mantenerlo stabile anche per il 2017. Niente male per un portatile tacciato di essere poco innovativo ed eccessivamente caro.

MacBook Pro con Touch Bar, è record di ordini su Apple Store Online


2016_macbook_pro_lineup.jpg

In una intervista all'Independent, il capo del marketing Apple Phil Schiller ha ammesso che i nuovi MacBook Pro con Touch Bar potrebbero non essere indicati per tutti; poi, però, annuncia vendite record.

Quando gli è stato chiesto se si aspettava la montagna di critiche ricevute per le feature e il costo del nuovo MacBook Pro, Schiller è caduto dal pero; un po' non se le aspettava, e un po' erano critiche dovute ad un pubblico "molto passionale." In ogni caso, è tutto ok, perché anche "col primo iMac la gente sentiva le stesse cose, ma poi il prodotto è riuscito piuttosto bene."

Questo Pro, ha spiegato, è il "miglior portatile mai realizzato" anche se -ha ammesso- "non è per tutto sin dal primo giorno." Come dire, non tutti potranno permetterselo. Riguardo l'assenza delle porte USB-A e in generale la scarsa espandibilità, Schiller sostiene che sia un non problema: questo Mac è una "macchina Pro" perché possiede un Jack cuffie da 3,5mm; il motivo per cui non ha più lo slot SD, invece, è perché era "ingombrante" e comunque non costituiva neppure l'unico standard di mercato.

Ma la vera notizia è un'altra. A dire del megamanager, Apple ha ricevuto più ordini online per questo modello rispetto a qualunque altra precedente generazione di MacBook Pro. " Siamo orgogliosi di poter affermare che fino ad ora il nostro online store ha ricevuto più ordini per il nuovo MacBook Pro di qualunque altro modello precedente," ha affermato soddisfatto. "Per cui, c'è sicuramente un sacco di gente contenta di questo prodotto." E noi siamo tra quelli che l'hanno ordinato a scatola chiusa, più per necessità però che per convinzione; e questo fa molta differenza.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE TECNOLOGIA DI BLOGO