MacBook Pro con Touch Bar, prezzi e disponibilità in Italia


Aggiornamento del 28 ottobre, a cura di Giacomo Martiradonna

Proprio in queste ore si è tenuta l'ultima conferenza stampa di Apple, un evento atteso da molti affezionati come latore di importanti novità per l'ecosistema di dispositivi creati dalla società. Tra i vari protagonisti della giornata, il più anticipato e rilevante è probabilmente il nuovo MacBook Pro ormai da parecchio tempo in attesa di ricevere una rinfrescata.

Il laptop della società di Cupertino, dedicato alla produttività, è stato aggiornato ormai quasi un anno e mezzo fa ed ancora adesso si affida ai processori di quarta generazione Intel, introdotti nella serie dal 2014; dal punto di vista del design, invece, i vari modelli della famiglia MacBook Pro sono rimasti praticamente invariati dal loro lancio.

Per l'occasione, quindi, Apple ha introdotto diverse novità nel suo MacBook Pro. Phil Schiller, sul palco, comincia proprio dal design sottolineando come questo sia il più sottile e leggero MacBook Pro mai prodotto, caratteristiche che un po' tutti potevano già aspettarsi. Entrambi i modelli, da 13 e 15 pollici, sono completamente racchiusi in uno chassis di alluminio dallo spessore di 14,9 millimetri per un volume totale del 23% inferiore rispetto ai predecessori e con un peso totale di circa 1,36 kg. A completare il tutto ci sono anche un trackpad Force Touch rinnovato, ampio il doppio, ed una tastiera con tasti “butterfly” più spaziosi e durevoli del tipici “scissors”.

Naturalmente la vera novità, la feature in cui si concentra l'esperienza di utilizzo del nuovo MacBook Pro è la Touch Bar (disponibile solo su due dei tre modelli), che molti hanno già visto grazie alle numerose indiscrezioni. Apple ha deciso di eliminare i tasti funzione, sopra la tastiera, per sostituirli con un pannello OLED touch; la suddetta barra, un vero e proprio display secondario, permette di controllare un gran numero di impostazioni e funzioni e reagisce in base al contesto o all'app utilizzata, presentando varie opzioni come il controllo del volume o anche suggerimenti per la compitazione delle parole. In aggiunta a ciò la Touch Bar include anche le funzioni Touch ID, supportate da un chip di sicurezza T1, ed un tasto dedicato a Siri. Schiller informa che nel prossimo futuro arriverà supporto per funzionalità uniche da un gran numero di software per la produttività come il pacchetto Office di Microsoft, Pixelmator, Sketch e DaVinci Resolve.

Si passa poi al display, più luminoso del 65%, dotato di miglior contrasto e rappresentazione dei colori, accompagnato a sua volta da una nuova configurazione hardware.
Il modello da 15 pollici comprende un processore Intel Core i7, una nuova prestante scheda grafica basata su architettura AMD Polaris con 4GB di memoria video, SSD fino a 2TB e 50% più veloci; per la versione da 13 pollici invece si potrà scegliere invece tra Core i5 e Core i7. Entrambi infine sono dotati di porta Thunderbolt con standard USB Type-C e promettono un'autonomia di ben 10 ore.
Apple ha previsto anche un terzo modello, anch'esso da 13 pollici, dotato dei più classici tasti funzione fisici, che è in tutto e per tutto un Pro ma senza Touch Bar.

Prezzi e Disponibilità in Italia

Le vendite saranno aperte da subito con prezzi per l'Italia che vanno da 1.749€ a 2.299€.



  • MacBook Pro 13 senza Touch Bar: Intel Core i5 @2GHz | Intel HD Graphics 540 | 8GB di RAM |SSD da 256GB | 2xThunderbolt – 1749€, disponibilità da mercoledì 2 novembre.
  • MacBook Pro 13 con Touch Bar: Intel Core i5 @2,9GHz | Intel HD Graphics 550 | 8GB di RAM |SSD da 256GB | 4x Thunderbolt – 2.099€, disponibilità 3-4 settimane.
  • MacBook Pro 15 con Touch Bar: Intel Core i7 @2,6GHz | Radeon Pro 450 Graphics | 16GB di RAM |SSD da 256GB | 4x Thunderbolt – 2299€, disponibilità 3-4 settimane
  • shares
  • Mail