Apple minimizza: "non stiamo cercando di creare trasmissioni TV"

eddy_cue_apple_tv_show.jpg

Il management della mela minimizza: Apple non ha intenzione di pestare i piedi Netflix, Comcast e agli altri produttori di contenuti. Le trasmissioni tv a cui lavorano sono solo degli "aiutini."

Intervistato da The Hollywood Reporter sul futuro di Apple TV, Eddy Cue -il responsabile dei servizi iTunes, Apple Music, Siri, Mappe, iAd e Apple Pay- ha dichiarato che Apple ha intenzione di mantenere i rapporti di buon vicinato con Hollywood e l'industria dei contenuti; gli spettacoli TV che stanno creando a Cupertino, in altre parole, servono solo per fornire qualche spunto agli addetti ai lavori:

Non siamo nel business della creazione di contenuti TV. Se vediamo che è complementare alle cose che stiamo facendo con Apple Music, o se vediamo qualcosa di innovativo per la nostra piattaforma, possiamo aiutarli e guidarli e fare suggerimenti. Ma non stiamo cercando di competere con Netflix o Comcast.

E per meglio ribadire il concetto, ha anche affermato che "per il momento" Apple non sta tentando di "acquisire attivamente alcuno studio;" il che mette a tacere i rumors sulla possibile acquisizione di Time Warner. La mela, ha chiosato Cue, è presente solo dove serve e come supporto agli altri servizi, per esempio con Apple Music:


Quanto al resto, si tratta di fornire ai talenti una piattaforma che consenta loro di essere creativi in modi nuovi. Se fossi un agente, sarei molto, molto felice di quel che sta facendo Apple poiché consente alla gente che rappresento di poter fare di più.

Ecco svelato l'arcano, dunque. Il Pianeta delle App è solo un divertissement del momento, una robetta per fare da cassa di risonanza a iOS e l'ecosistema Apple; e già che c'è, aggiungiamo noi, per vedere che aria tira. Hai visto mai.

  • shares
  • Mail