Apple Pay sbarca in Cina, presto in Francia: e in Italia?

Eppur si muove, verrebbe da dire. Apple Pay sbarca semi-ufficialmente in Cina, ma presto proseguirà l'incursione europea, raggiungendo anche la Francia. E in Italia?

Cina

Allo stato attuale, i pagamenti da iPhone funzionano ufficialmente negli USA, in Canada (solo con carta di credito), Australia e Regno Unito. Presto, però, a questi quattro paesi se ne aggiungerà un quinto, la Cina. La notizia è emersa attraverso l'annuncio fatto da un rappresentate di Guangfa Bank sull'account WeChat ufficiale della società: lancio previsto alle 17.00 del 18 febbraio 2016.

Per autorizzare un pagamento, tuttavia, sarà necessario aggiornare i propri dispositivi a iOS 9.2 o watchOS 2.1 e versioni successive, e il tutto avverrà grazie agli accordi stipulati con i quattro principali gruppi bancari del paese, Bank of China, China Construction Bank, Industrial and Commercial Bank of China, e Agricultural Bank of China, e la benedizione di UnionPay.

Francia & Canada

Nel frattempo, gli smanettoni del Web hanno scovato nel codice di iOS 9.2.1 Beta dei riferimenti a Interac, il network ufficiale di carte di debito del Canada, l'equivalente del nostro Bancomat; mentre il sito francese iGeneration rivela che quest'anno avverrà anche il lancio francese, forse al WWDC 2016.

E in Italia?

A questo punto, ci domandiamo se abbiamo speranze anche noialtri. È possibile -anzi, probabile- che al WWDC Tim Cook annunci l'espansione di Apple Pay anche in altre nazioni del Vecchio Continente tra cui l'Italia, ma ad oggi non ci sono prove tangibili. Di fatto, il servizio è presente solo nei paesi francofoni e anglofoni, il che non depone a nostro favore. Il tempo dirà.

applepay_pagebanner_85073-26681.jpg

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 33 voti.  

I VIDEO DEL CANALE TECNOLOGIA DI BLOGO