Addio Carta Bancomat, ritireremo i soldi con Apple Pay

applepay_bancomat.jpg

Negli USA, due importanti gruppi bancari stanno lavorando per integrare Apple Pay direttamente negli sportelli ATM; si userà per ritirare il contante al posto della vecchia Carta di credito/Bancomat.

Negli Stati Uniti, Bank of America e Wells Fargo stanno lavorando per integrare Apple Pay nei loro ATM, e per raggiungere lo scopo hanno messo sotto torchio una task force interna. Niente di particolarmente sofisticato: l'idea di fondo è di consentire l'accesso a tutti i servizi del terminale direttamente dagli smartphone dei clienti, sfruttandone il sensore NFC. In pratica, basterà avvicinare l'iPhone al Bancomat e immettere il codice di verifica (o apporre il dito sul Touch ID) per visualizzare tutte le funzionalità della postazione.

La sperimentazione partirà presto, e la speranza è di liberarsi completamente delle carte fisiche in un futuro a medio termine:

Bank of America sta attualmente sviluppando una soluzione di sportelli ATM privi di carta. Questa soluzione consentirebbe ai clienti di appoggiarsi al NFC dei loro smartphone per autenticarsi e portare a termine le transazioni sugli ATM Bank of America. "A fine febbraio partiremo con alcuni ATM nella Silicon Valley, a San Francisco, a Charlotte, a New York e Boston, cui seguirà un lancio più ampio a metà dell'anno."

Una rivoluzione che porterà maggiore comodità agli utenti e soprattutto tanta sicurezza in più; d'altro canto, è indubbiamente più facile carpire un PIN di poche cifre che un'impronta digitale e un codice NFC. Sarebbe la fine dei clonatori di Bancomat.

Ovviamente, parliamo del mercato USA, perché qui da noi è tutta un'altra storia. Apple Pay non è ancora accettato neppure dagli esercenti, figuriamoci dalle banche; l'attesa, in altre parole, si preannuncia lunga.

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: