Realtà Virtuale, Apple assume un noto ricercatore

Secondo quanto riportato dal Financial Times, Apple ha assunto Doug Bowman, uno dei più noti esperti statunitensi di realtà virtuale. Mistero sul progetto a cui dovrà lavorare.

È da tempo che Apple va a caccia di ricercatori e ingegneri nel campo della Realtà Virtuale, ma è la prima volta che un nome tanto di spicco entra alla chetichella a Cupertino. Prima dell'ultimo anno sabbatico, Bowman era il responsabile del Virginia Tech's Center per l'interazione uomo-computer; è autore del libro 3D User Interfaces: Theory and Practice, ha fornito consulenze alla Walt Disney Imagineering ed è stato vincintore di numerosi premi IEEE per le interfacce 3D e le innovazioni introdotte nel campo della Realtà Virtuale.

"La sua esperienza," scrive il quotidiano, "spazia dalla RV completamente immersiva, come quella di Facebook Oculus Rift e HTC Vive, alla Realtà Aumentata, in cui visori trasparenti come le Microsoft Hololens, i Google Glass o la riservatissima start-up Magic Leap fondono assieme immagini digitali con il mondo reale nello stesso campo visivo."

Ovviamente, non conosciamo i dettagli della vicenda, né le ragioni dell'assunzione, ma è evidente -oltre ogni ragionevole dubbio- che Apple sia molto interessata alla faccenda della Realtà Virtuale, e soprattutto che stia aumentando gli sforzi nel settore.

La guerra tra i big (e i meno big) dell'high-tech è già iniziata e vale oro: la scommessa non è tanto se sia possibile lanciare un prodotto commerciale simile, ma chi lancerà il primo dispositivo di RV davvero rivoluzionario; chi imbroccherà la formula giusta, in altre parole, detterà la linea dello sviluppo informatico dei prossimi anni. Un po' com'è successo ad Apple con iPhone e gli smartphone, per intenderci.

Realta_Virtuale_Apple

  • shares
  • Mail