Nuovi MacBook Pro 13", spuntano i primi benchmark

Un paio di benchmark pubblicati su Geekbench all'inizio del mese mostra le prestazioni di un MacBook Pro Retina non ancor disponibile sul mercato e basato su chipset Skylake. Qualcosa però non torna.

I benchmark registrano il rendimento di un MacBook Pro Retina con inedito processore Intel Core i7-6567U a 3.3GHz e grafica integrata Intel Iris Graphics 550. Si tratta di un chip che cadrebbe a fagiolo sui MacBook Pro Retina 13" di punta, e per questo ha generato un certo fervore nella comunità Apple. Peccato, tuttavia, che a uno sguardo più da vicino sembra si tratti invece di un Hackintosh, cioè di una macchina assemblata su cui gira una versione tarocca di OS X.

Prima di tutto, la versione di build indicata dall'OS -15W4314- non è ortodossa; ci si sarebbe aspettato che iniziasse con 15D (OS X 10.11.3) o 15A (OS X 10.11.0) o anche 15B (OS X 10.11.1) ma di sicuro non 15W. E anche il codice identificativo del modello -SKLCRB1,1- non è appare in linea col sistema di nomenclatura Apple. E poi, 6GB di RAM DDR3 a 1600 MHz è un quantitativo anomalo di memoria per i dettami di Cupertino.

Infine, la macchina ha delle prestazioni single-core e multi-core imbarazzanti, più basse rispettivamente di 2.500 e 4.500 punti rispetto all'attuale MacBook Pro Retina 13" di punta. Insomma, tanto rumore per nulla; ma qualcosa presto tornerà a smuoversi: i nuovi Mac sono attesi un paio di mesi, forse meno.

  • shares
  • Mail