Samsung Gear S2, spunta l'app per iPhone


Aggiornamento del 15 aprile 2016

A gennaio, Samsung aveva promesso che il Gear S2 sarebbe stato compatibile con iPhone (leggi sotto), e a quanto pare i lavori procedono piuttosto speditamente. Ecco le prove.

Le immagini che vedete in cima al post mostrano inequivocabilmente l'app Samsung, quella che estende ad iOS la compatibilità col Gear S2; sui forum di XDA circola addirittura il file .ipa da installare su iPhone. Si tratta chiaramente di una Beta diffusa chissà come e chissà da chi, ma sembra decisamente autentica e mostra cosa aspettarci in futuro.

Funzionano le notifiche e le chiamate telefoniche, e in più l'app consente di installare e disinstallare applicazioni sullo smartwatch. Le limitazioni, tuttavia, sono ancora molte: non si può rispondere direttamente ad un messaggio, e in più occorre che l'app giri sempre in background, altrimenti si perde la connessione con l'orologio.

Non è dato sapere se e quando debutterà la versione definitiva, e sull'argomento Samsung stessa è stata piuttosto sfuggente, ma è chiaro che non debba mancare moltissimo. E presto, ci sarà un competitor in più per Apple Watch nell'arena.

Samsung conferma: il Gear S2 sarà compatibile con iPhone


samsung-confirms-its-gear-s2-watch-will-support-iphone-image-cultofandroidcomwp-contentuploads201509gear-s2_s-health_l-780x553.jpg

Dopo Google, anche Samsung si accoda ai produttori che devono supportare iOS, se vogliono allargare il proprio giro d'affari. E così, piove l'annuncio: gli smartwatch Gear S2 funzioneranno anche con iPhone.

Da principio, era poco più che un hack; poi sono arrivate le rassicurazioni ufficiali, e infine è accaduto sul serio: gli orologi Android Wear possono essere configurati e utilizzati anche con iPhone.

E lo stesso destino aspetta l'ultima generazione di orologi Samsung; alla conferenza Consumer Electronics Show 2016, la società sud coreana ha infatti promesso che iPhone e il sistema operativo Tizen diventeranno amici.

Purtroppo, le indiscrezioni finiscono qui, e non aspettatevi miracoli: Samsung Pay, ad esempio, richiede uno smartwatch Samsung, e di sicuro non avrete accesso alle funzioni di Siri, alla Domotica e alla profonda integrazione con iOS. Quelli restano privilegio di Cupertino.

D'altro canto, la scelta è d'obbligo se Samsung desidera sul serio competere con Apple Watch su piattaforma Apple. E poi, sospettiamo che ci sia un discreto numero di utenti che preferirebbe poter adottare un design differente rispetto a quello squadrato e obeso di Apple Watch. Voi comprereste un orologio della concorrenza? Diteci la vostra nel sondaggio qui sotto.


Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 143 voti.  

I VIDEO DEL CANALE TECNOLOGIA DI BLOGO