Faceshift, Apple acquisisce una società di motion-capture in tempo reale

È ufficiale. Apple ha appena acquisito una società di motion-capture in tempo reale chiamata Faceshift. Fino a poco tempo fa era solo una voce di corridoio, ma ora la certezza arriva da TechCrunch.

Prima dell'acquisizione, Faceshift lavorava gomito a gomito con gli studi di animazione (gli ultimi Star Wars, per esempio) per creare e mettere a punto speciali software di riconoscimento delle espressioni facciali utilizzando sensori 3D; i plugin -sviluppati per Maya e Unity- consentivano poi di applicare le medesime movenze ai modelli tridimensionali. Ma non mancavano le applicazioni consumer, come per esempio un plugin dedicato a Skype in grado di animare degli avatar in tempo reale per la video chat.

Formalmente, l'acquisizione è stata finalizzata ad agosto, e degli impiegati della società ora sono confluiti ufficialmente in Apple, pur restano con sede in Svizzera; anzi, già che c'era la mela ha ampliato l'organico assumendo nuove figure specializzate in "algoritmi di imaging all'avanguardia per le applicazioni fotografiche desktop e mobile."

Non è chiaro quali siano i piani a lungo termine, ma sono possibili vari scenari; per esempio, questa tecnologia potrebbe tornare utile durante le conversazioni FaceTime con avatar animati in tempo reale. Oppure, potrebbe essere usata per sbloccare i dispositivi e autorizzare i pagamenti attraverso le tecniche di riconoscimento della fisionomia facciale. Sono aperte le scommesse.

faceshift_apple.jpg

  • shares
  • Mail