Modalità Trackpad su iPhone e iPad: la tastiera diventa (quasi) mouse

Introdotta con iOS 9, la modalità Trackpad permette di utilizzare la tastiera virtuale come dispositivo di puntamento. La feature, tuttavia, è attiva solo su determinati dispositivi, e funziona in modo differente a seconda che vi troviate su iPhone o su iPad. Ecco tutto quel che c'è da sapere.

14547-10182-151011-touch-l.jpg

Il trackpad virtuale permette di gestire in modo molto più rapido le funzionalità di selezione del testo, per la semplice ragione che le dita non nascondono le parole alla vista come con la vecchie lente d'ingrandimento virtuale. Tuttavia, mentre su iPad si attiva con un tocco a due dita sulla tastiera, su iPhone 6s e versioni successive occorre una pressione più forte del dito (3D Touch); e questo implica pure che non è disponibile su iPhone meno recenti, anche se le cose cambieranno con iOS 12.

Potete attivare il trackpad virtuale su iPhone 6s da qualunque app: basta premere con decisione su un qualsiasi punto della tastiera virtuale; i tasti scompariranno per lasciar posto all'area di selezione. Una volta passati a questa modalità, potete anche alleggerire il carico sul dito, purché non interrompiate mai il contatto col display.

Per selezionare del testo, premete con forza sulla parola desiderata; questo farà sì che venga selezionata. Poi spostatevi sulla tastiera e premete con forza lì, per attivare il trackpad virtuale; a quel punto, spostate il dito verso l'alto o verso il basso per ampliare la selezione. In alternativa, potete effettuare due pressioni profonde e rapide per selezionare un'intera frase; tre pressioni profonde e rapide, invece, selezionano un paragrafo.

  • shares
  • +1
  • Mail