iPhone 6 Plus ancora funzionante dopo 1 mese sul fondo dell'Oceano

iPhome

Quando portate con voi l'iPhone in giro per bacini d'acqua sterminati -tipo l'Oceano Pacifico- prestate la massima attenzione. Altrimenti il dispositivo potrebbe precipitare in mezzo al mare come è capitato a questo utente su Imgur. Solo che a lui è andata di lusso: gli hanno riconsegnato l'iPhone 6 Plus ancora perfettamente funzionante dopo una permanenza d'un mese e mezzo sul fondo oceanico. Sentite che storia.

"Sfortunatamente," racconta il ragazzo, "sono caduto dalla canoa e mi è preso il panico perché pensavo di morire nonostante il giubbotto di salvataggio. Dopo essere risalito sulla canoa, sono caduto di nuovo. Ed è stato allora che ho perso l'iPhone senza neppure rendermene conto. Sono risalito sulla barca e ho sentito qualcosa staccarsi, ma ho pensato fosse il giubbotto."

E invece era la cordicella della custodia waterproof dell'iPhone 6 che cedeva; ed è così che il telefono è piombato nelle oscurità dei flutti di Monterey Bay finché non è stata rinvenuta da un diver ben 54 giorni dopo. "Hanno ritrovato il telefono sul fondo dell'oceano vicino a una roccia, ancora nella custodia. Ero senza parole."

Tutto è bene quel che finisce bene. E se vi interessa, la custodia che ha fatto tanto egregiamente il proprio dovere è il Waterproof Case prodotto da Kobert e commercializzato a un prezzo attorno i 12$.

  • shares
  • Mail