Apple Watch, iniziano i guai per gli orologi svizzeri

applewatch_orologi_svizzeri.jpg

La Federazione dell'industria orologiera svizzera certifica (qui il documento originale in PDF) il primo calo dell'export degli orologi svizzeri tradizionali dal 2009 ad oggi. E a qualcuno sembra già di rivivere l'incubo degli anni '70, quando gli orologi al quarzo giapponesi inflissero un duro colpo all'intero settore. Solo che stavolta la colpa è anche di Apple Watch.

Le esportazioni di orologi sono calate del 9% tra aprile e maggio di quest'anno, guarda caso proprio nel momento in cui Apple lanciava Apple Watch; a peggiorare il quadro ci sono messe sicuramente anche le vigorose fluttuazioni valutarie degli ultimi tempi , e il fatto che maggio 2015 avesse meno giorni lavorativi rispetto all'anno scorso, ma gli addetti ai lavori sembrano tutti concordi su un elemento: l'orologio con la mela non ha un ruolo marginale in questa storia.

"Le esportazioni di orologi negli USA," scrive spiega a Bloomberg l'analisa Patrik Schwendimann, "nei segmenti più bassi potrebbe ricevere un impatto negativo dal lancio di Apple Watch.Il mercato USA potrebbe vivere una crescita a singola cifra quest'anno, rallentando rispetto al +6% del 2014."

E se Atene piange, Sparta non ride. A Hong Kong -città stato in cui le vendite sono sempre andate molto bene grazie alla tassazione favorevole- il calo delle esportazioni è pari al 34% rispetto allo stesso mese dell'anno scorso.

Un vero e proprio tracollo.

Vedremo se fenomeni simili si osserveranno anche da noi; dopotutto, alla commercializzazione italiana di Apple Watch manca pochissimo. Se ne parla alla fine di questa settimana. E voi che farete, ne comprerete uno? Raccontatecelo nei commenti, su Twitter o su Facebook.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: