Oculus Rift, il supporto a Mac non arriverà in tempi brevi

Oculus Rift non supporterà Mac al lancio: il suo inventore Palmer Luckey ci spiega perché.

Oculus-Rift

I possessori di Mac desiderosi di provare la realtà virtuale ci sono rimasti abbastanza male quando Oculus VR ha annunciato di non supportare la piattaforma Apple, proseguendo lo sviluppo di Oculus Rift esclusivamente su Windows.

Una scelta dettata dalle specifiche del visore, spiegata meglio dal CEO della società Palmer Luckey ai microfoni di IGN, nel corso dell'E3 di Los Angeles:

"Non funzionerà su nessun Macbook esistente ora o nel futuro prossimo. Una delle cose che abbiamo annunciato è che abbiamo messo il supporto a Mac in pausa per il lancio, concentrandoci su Windows. Le persone hanno detto, 'Perché non supportate i Mac? In molti li possiedono.' È vero. Molta gente ha hardware Apple, specialmente nel mercato laptop. Ma le GPU che hanno non sono neanche vicine ai nostri requisiti raccomandati."

A detta del boss di Oculus VR, le cose non sarebbero destinate a cambiare nel futuro prossimo, in quanto Apple ha preferito per un certo periodo "mettere la performance delle proprie macchine da parte." Luckey ha comunque affermato di voler supportare il mondo Mac, anche se in definitiva questo non avverrà al lancio.

Nel corso della conferenza più recente dedicata a Oculus Rift, è stata annunciata un accordo con Microsoft per distribuire un controller Xbox One insieme al visore, che sarà anche in grado di riprodurre in streaming i giochi della console in un ambiente virtual cinema.

  • shares
  • Mail