Apple Watch, gli hacker creano app native su watchOS 2

Gli hacker hanno già rivoltato come un pedalino anche watchOS 2, e arrivano le prime app completamente native.

Apple Watch Hack

Non ci è voluto poi molto. Steve Troughton-Smith, Saurik e Adam Bell, tre noti sviluppatori iOS e hacker (Saurik è il creatore di Cydia) sono riusciti a modificare watchOS 2 per far girare app realmente native e fuori dai dettami di Cupertino, pur con delle limitazioni. Ve lo mostriamo in un video.

La logica che sottende alla demo gira in tutto e per tutto su Apple Watch, e ciò la rende indipendente da iPhone; tuttavia, l'accesso diretto alle risorse dell'interfaccia utente non è ancora consentito, e questo significa in soldoni che l'app è tuttora costretta a basarsi su volgari sequenze di immagini per creare gli effetti e le transizioni più interessanti.

Nonostante ciò, il team di hacker è riuscito a ottenere il rendering di un oggetto 3D, con rotazione in tutti gli assi, grazie al framework Apple Watch chiamato SceneKit. È qualcosa di molto simile all'hack messo a punto un mesetto da Comex, solo che questa implementazione è molto più completa.

Il trio ha promesso di rilasciare come al solito tutte le informazioni sull'hack, non appena watchOS 2 sarà reso disponibile in versione definitiva; dunque, in autunno assieme ad iOS 9. Per il momento, godetevi il video qui sotto. Buona visione.

  • shares
  • Mail