watchOS, svelato il terzo Sistema Operativo di Apple

Una foto scattata di sfuggita al Moscone Center svela in anteprima il nome ufficiale del Sistema Operativo di Apple Watch: watchOS.

watchOS

Scrutate per bene l'immagine qui in alto. È stata scattata dalla strada puntando l'obiettivo verso il secondo piano del Moscone Center di San Francisco, addobbato a festa in occasione del WWDC 2015 che parte stasera alle 18.00 ora italiana (a proposito, non mancate al Live di Melablog!). Avete notato? Si intravede il brand scelto per il terzo Sistema Operativo di Apple: watchOS.

L'immagine è inequivocabile. I tre Sistemi Operativi con la mela si chiamano iOS, OS X e watchOS. E fateci caso: in teoria, ci sarebbe pure anche la variante di iOS dedicata ad Apple TV, ma quella continua a mantenere il triste nomignolo di Apple TV Software; e questo la dice lunga sulle prospettive del dispositivo nel breve e medio termine.

La foto, come ogni rumor che si rispetti, è sfocata e poco leggibile, per cui è impossibile stabilire ad esempio se adotti già il font San Francisco, quello creato per Apple Watch e che ora farà un salto anche su iOS e forse pure su OS X.

Di sicuro, la grafica appare molto più minimalista rispetto agli anni scorsi: i poster mostrano un po' di loghi geometrici, con una scritta al centro e basta; curiosamente, OS X è sovraimposto ai rettangoli, mentre iOS e watchOS ai cerchi.

La vera notizia, però, è che quello che credevamo chiamarsi Watch OS è diventato ufficialmente watchOS, che fa più figo e soprattutto dimostra le intenzioni molto serie che Cupertino riserverà a questo prodotto. Per adesso, infatti, watchOS non è altro che una volgarissima versione ridotta all'osso di iOS con su appiccicata una interfaccia grafica specifica e il supporto ai sensori. Il futuro, evidentemente, porterà in dote molto di più. Altrimenti, che senso avrebbe aggiungerlo al novero e dimenticarsi di Apple TV?

In ogni caso, niente paura perché tutti questi dubbi troveranno presto una risposta. Ci vediamo stasera alle 18.00 per il consueto Live di Melablog. Non mancate, perché ci sarà davvero da divertirsi.

  • shares
  • Mail