Nano SIM card: 80% Apple e 20% RIM/Motorola

nano SIM della RIM e Motorola

RIM e Motorola hanno proposto alla Apple un compromesso sulle caratteristiche tecniche della nano-SIM card, in sviluppo da qualche tempo in parallelo da varie aziende. Il nuovo standard dovrebbe sostituire le micro-SIM in uso attualmente in molti smartphone (tra cui iPhone 4 e 4S).

Il dibattito sulle caratteristiche delle nano-SIM si è acceso nel seno dell'Istituto Europeo degli Standard delle Telecomunicazioni (ETSI), con la Apple da un lato e il gruppo formato da RIM, Motorola e Nokia dall'altro. L'ETSI produce standard per l'industria mondiale delle telecomunicazioni, il che include la radio, Internet, la telefonia fissa e mobile. Per spingere la scelta a suo favore, Apple ha persino proposto di cedere gratuitamente l'uso di un proprio brevetto sulla nano-SIM. Cercando un compromesso con la concorrenza, Apple ha anche proposto modifiche al progetto iniziale creato dagli ingegneri Nokia.

Adesso sono RIM e Motorola che, in cerca di un compromesso con Apple, hanno messo sul tavolo una nuova proposta che si ispira fortemente al design della nano-SIM firmata dagli ingegneri di Cupertino, tant'è che gli analisti parlano di un progetto che è 80% Apple e 20% RIM + Motorola.

Nuova nano-SIM proposta da RIM e Motorola
Nuova nano-SIM proposta da RIM e Motorola
Nuova nano-SIM proposta da RIM e Motorola
Nuova nano-SIM proposta da RIM e Motorola


La principale critica al design proposto da Apple è che permette troppo facilmente alla nano-SIM di incastrarsi negli slot dello standard micro-SIM. Infatti, la nuova SIM card deve essere retro-compatibile e potersi montare -grazie ad appositi adattatori- negli slot di telefoni costruiti secondo standard più vecchi. Il nuovo design è stato pensato per evitare che le nano-SIM si blocchino negli slot ed è stato creato, appunto, modificando leggermente la proposta di Apple.

Nokia, l'azienda più critica inizialmente sul progetto Apple, è rimasta silenziosa sulla proposta di RIM e Motorola, rimanendo dietro alle quinte e probabilmente aspettando le reazioni di Cupertino. Il prossimo meeting del gruppo di lavoro suilla nano-SIM è previsto per il 31 maggio ad Osaka (Giappone). Quella sarà la data limite per sapere se gli ingegneri di Cupertino accetteranno la proposta di RIM e Motorola o se metteranno sul tavolo una contro-proposta.

[...la galleria continua su The Verge]

  • shares
  • +1
  • Mail
10 commenti Aggiorna
Ordina: