Il 59% degli sviluppatori mobili va in perdita


Se per qualcuno le cose vanno alla grande -vedi l'acquisizione miliardaria di Instagram da parte di Facebook-, la stragrande maggioranza degli sviluppatori mobili, iOS e Android in primis, non può vantare simili risultati. Anzi, stando ai dati messi assieme da App Promo, pare che il 59% delle app mobili non riesca a coprire neppure i costi dello sviluppo.

È evidentemente un fenomeno che colpisce maggiormente l'ecosistema mobile di Cupertino per via del suo grande successo: se è vero che il numero di clienti potenziali è maggiore rispetto ad Android, d'altro canto è altrettanto vero che c'è moltissima e agguerritissima concorrenza. Tant'è che, tra tutte le app pubblicate sui vari app store, il 59% non guadagna abbastanza neppure per raggiungere il pareggio di bilancio; solo il 12% dei titoli macina più di 50.000 dollari, ma si tratterebbe per lo più di grossi progetti con budget di tutto rispetto, nell'ordine dei 30.000 dollari e più, spesso suffragati da poderosi investimenti in iniziative di marketing. Mediamente, il 14% dei ricavi.

Con oltre un milione di applicazioni disponibili nei mercati sulle varie piattaforme, gli editori stanno registrando crescenti difficoltà per farsi strada nel rumore e riuscire ad ottenere che le proprie app vengano scoperte e scaricate. [...] Quegli sviluppatori che spendono tempo e denaro per farsi pubblicità fuori dagli app store hanno incontrato il maggior successo, in termini di entrate per app. Questa fondamentale scoperta fa l'eco a ciò che riteniamo fondamentale come società di marketing e strategia di business, ovvero che per avere successo con un'app occorre dedicare tempo e budget per la promozione e la pubblicità.

Ovviamente, da una realtà come App Promo -che su questo business ci campa- non ci saremmo aspettati conclusioni diverse; ciononostante, la durezza delle percentuali riportate nell'infografica colpisce parecchio l'immaginario collettivo, che vede nei bazaar virtuali del software la nuova Eldorado. In realtà, il mercato sta rapidamente virando verso la maturità; l'improvvisazione e la buona volontà, insomma, rischiano di non bastare più. Trovate il PDF completo dello studio, completo e gratuito, a questa pagina.

  • shares
  • +1
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: