Final Cut Pro X "bocciato" da una famosa casa di produzione TV in USA

Scritto da: -

final cut pro x

Final Cut Pro X continua ad essere criticato dai professionisti non convinti dal nuovo software professionale di editing video. La notizia più recente è il comunicato ufficiale di Bunim/Murray, pluripremiata compagnia di produzione televisiva USA che ha annunciato la decisione di passare alla suite Avid abbandonando per sempre Final Cut in seguito allo scarso supporto dato da Apple ai professionisti intenzionati all’upgrade.

Il problema principale è nella gestione degli archivi: Apple ha “ucciso” Final Cut Server e la serie di XServe, una mossa che non ha lasciato fraintendimenti riguardo il futuro rapporto con gli utenti pro con esigenze particolari come le case di produzione. Final Cut Pro X ha aperto una nuova strada, un nuovo approccio per i “nuovi” videomaker armati della propria DSLR ma significa addio ai “vecchi” workflow.

La vicenda di Bunim/Murray non sarà l’ultima, molti professionisti lamentano la mancanza di “riconoscenza” da parte di Apple quando è riuscita a mantenersi a galla proprio grazie a loro. O forse si tratta di una manovra ben architettata per invogliare altri a preferire Adobe o Avid e screditare ulteriormente Final Cut Pro X che, nonostante le critiche, dimostra di non essere un iMovie con gli steroidi e di aver reinventato una geniale interfaccia di editing video, meno macchinosa ma ancora acerba.

Via | Arstechnica
Photo | Flickr

Vota l'articolo:
3.50 su 5.00 basato su 28 voti.  
 
Aggiorna
  • nickname Commento 1 su Final Cut Pro X "e;bocciato"e; da una famosa casa di produzione TV in USA

    by:

    i registi e filmakers che usano le DSLR usano Premiere Avid fa defecare costa un botto e poi senza l'hardware non ci puoi lavorare in Real Time. FAIL Final CUT X farà la fine di Shake che è stato rimpiazzato da Nuke Scritto il

  • nickname Commento 2 su Final Cut Pro X "e;bocciato"e; da una famosa casa di produzione TV in USA

    by:

    Tu commentattore dela domenica… Che cose che dici? Tutto sballiato!!!! DSLR è morto e premmiere pure… Avid costa tanto perché è l'hardware!!! FCPX costa poco ma per fare cose di Svid devi avere hardware pottentissimo!!! tu non lavori in video vero tu? povvero stoltissimo Scritto il

  • nickname Commento 3 su Final Cut Pro X "e;bocciato"e; da una famosa casa di produzione TV in USA

    by:

    tutto ciò può essere definito come RESISTENZA AL CAMBIAMENTO …. e non c'è nulla di peggio Scritto il

  • nickname Commento 4 su Final Cut Pro X "e;bocciato"e; da una famosa casa di produzione TV in USA

    by:

    #1 Avid fa defecare? secondo me neanche sai com'è fatto.. gli ottusi son ovunque.. Scritto il

  • nickname Commento 5 su Final Cut Pro X "e;bocciato"e; da una famosa casa di produzione TV in USA

    by:

    io non uso questi programmi…il mio filmato più figo l'ho fatto con windows movie maker 10 anni fa… però perchè dite che è resistenza al cambiamento? se le soluzioni vecchie sono valide, perchè le hanno cambiate?è un problema solo di impostazioni?o ha anche alcuni problemi seri interni? Scritto il

  • nickname Commento 6 su Final Cut Pro X "e;bocciato"e; da una famosa casa di produzione TV in USA

    by:

    "O forse si tratta di una manovra ben architettata per invogliare altri a preferire Adobe o Avid e screditare ulteriormente Final Cut Pro X" Sì Sì, è proprio così. Migliaia di professionisti pagati dalla Adobe per screditare Apple! Dannazione melablog, siete sempre sul pezzo! Persino una cospirazione miliardaria e internazionale avete smascherato! Scritto il

  • nickname Commento 7 su Final Cut Pro X "e;bocciato"e; da una famosa casa di produzione TV in USA

    by:

    Peraltro la "resistenza al cambiamento" è una gran stronz/ata: tantissime aziende (specie in ambito software ma non solo) hanno visto passare i propri prodotti dall'essere tra i più redditizzi a spazzatura nel giro di qualche "upgrade"… pensate solo a Microsoft con Msn (che hanno cercato di migliorare integrando il messenger con la mail, poi con il servizio di blogging - ormai defunto, eccetera. ma nonostante tutto ciò l'intera suite è andata bellamente in malora, tanto che hanno acquisito Skype, uno dei competitor). Per un'azienda è sempre un azzardo cambiare qualcosa che piace al pubblico (in qualsiasi ambito, volendo citare quello automobilistico pensate al flop del nuovo maggiolino - non il nuovissimo). E sì, anche apple può sbagliare. O forse è una cospirazione alle sue spalle, se preferite pensarla così… Scritto il

  • nickname Commento 8 su Final Cut Pro X "e;bocciato"e; da una famosa casa di produzione TV in USA

    by:

    #5 manang, trovati una casa… sempre su melablog. non ce l'hai una vita? Scritto il

  • nickname Commento 9 su Final Cut Pro X "e;bocciato"e; da una famosa casa di produzione TV in USA

    by:

    Io mi tengo stretta la mia Suite Final Cut Studio 2 per i prossimi anni, che basta e avanza per le mie esigenze di lavoro e non. Mi sbaglierò, ma il Pro X sembra essere un giocattolo con poco margine di personalizzazione… Scritto il

  • nickname Commento 10 su Final Cut Pro X "e;bocciato"e; da una famosa casa di produzione TV in USA

    by:

    non è la prima volta che Apple sbaglia. Lo stesso Jobs più di una volta non ha capito le potenzialità del prodotto che aveva creato e neppure il target di clienti a cui rivolgersi. Io credo che Apple stia sbagliando a non investire sui professionisti perchè sono come il reparto corse per una casa automobilistica. Forse i margini in questo settore sono risicati ma il ritorno d'immagine è elevatissimo. Scritto il

  • nickname Commento 11 su Final Cut Pro X "e;bocciato"e; da una famosa casa di produzione TV in USA

    by:

    se apple abbandona i suoi user pro piano piano perderà la sua coolness e dienterà la nuova microsoft. la storia è ciclica, arrendetevi a questi apple maniaci Scritto il

  • nickname Commento 12 su Final Cut Pro X "e;bocciato"e; da una famosa casa di produzione TV in USA

    by:

    Se Avid costa di piu' ci sara' un motivo! ho amici che studiano "cinema" e dicono che ci fa i montaggi usa Avid, ma sottolineo che io non mi occupo di video e lavorando con la suite adobe conosco solo Premiere dalle demo che fanno ogni tanto… e dove parlano sempre della fantastica funzione che importa i file RED come se tutti ne avessero a casa una! Avid mi ha incuriosito cosi ho visitato il sito e da l'impressione di essere un buon software professionale; Forse alla Apple hanno fatto due conti e gli conviene coprire il mercato amatoriale perche' come numeri porta piu' incassi, questa la dura legge del capitalismo che tradisce gli utenti affezzionati :( Scritto il

  • nickname Commento 13 su Final Cut Pro X "e;bocciato"e; da una famosa casa di produzione TV in USA

    by:

    Beh. È Apple che ha deciso di abbandonare settore pro E SECONDO ME APPLE FA BENISSIMO QUESTA È UNA GRAN BELLA NOTIZIA PER APPLE perché significa venderà di più e farà più soldi e noi avremo prodotti migliori Il settore pro é un 2-3% Scritto il

  • nickname Commento 14 su Final Cut Pro X "e;bocciato"e; da una famosa casa di produzione TV in USA

    by:

    Apple potrebbe anche continuare ad investire nel 2-3% di settore pro x un ritorno d'immagine o x beneficenza antropologica.. Ma più importante di tutti è poi col tempo portare le "features" pro al mercato consumer.. Penso a GarageBand, che è stato fatto partendo da logic... SAD SAD SAD SAD Scritto il

  • nickname Commento 15 su Final Cut Pro X "e;bocciato"e; da una famosa casa di produzione TV in USA

    by:

    io sono d'accordo con bloggo. lo scrissi già tempo fa… non so che tipo di utenti siate, ma io e altri miei amici usiamo Final Cut Studio 2 per programmi televisivi ed altro, come corti ecc. FCP X non è per nulla PRO! portei stare qui ad elencarvi mille ragioni tecniche di cui non ne ho per nulla voglia ma cito solo quelle più semplici come le multiclip per gestire più angolazioni sincronizzate del montaggio in tempo reale anche se so che hanno intenzione di inserirle, il fatto dei filtri di non poter essere quasi per nulla customizzabili, ed il limite a pochi formati intercediate. FCP X non ti permette di gestire in modo dinamico i montaggi, vuole solo quel modo che dice lui, mentre le versioni precedenti avevamo diverse soluzioni per poter fare la medesima cosa. credetemi, tutti, e ripeto tutti i mie contatti di gente che lavora per tv nazionali o locali, produttori anche a livello mondiale di documentari che utilizzavano FCP, sono incavolati come delle iene con Apple per questa scelta ed hanno deciso di passare ad altro a a continuare con la versione precedente. Non per la grafica o l'interfaccia cambiata, ma per i TAGLI che hanno operato nel paniere delle possibilità. Mi riferisco ovviamente a chi già non montava in Avid o altri sistemi dedicati. Personalissima idea, per me (e non sono il solo) il mercato dell'editing via software è saturo e quindi c'è una volontà di spingere gli utenti esperti a passare a sistemi hardware come Avid… semplicemente perché ci guadagnano di più, visto che tutti ormai hanno tutto!! Certo, FCP X ha un grandissimo vantaggio: essere immediato, in poco tempo fai delle cose fantastiche, d'effetto… ma rispettando i suoi limiti. Non c'è bisogno di entrare in polemica, ma FCP X non è pro e quella "famosa casa di produzione TV statunitense" la dice lunga. Saluti a tutti Scritto il

  • nickname Commento 16 su Final Cut Pro X "e;bocciato"e; da una famosa casa di produzione TV in USA

    by:

    Quoto phantom in tutto per tutto, ottimo programma per il prezzo ma non pro Scritto il

  • nickname Commento 17 su Final Cut Pro X "e;bocciato"e; da una famosa casa di produzione TV in USA

    by:

    Che la Bunim/Murray, sia famosa è ridicolo, sarà famosa per APPLE, ma a livello di mercato USA e INTERNAZIONALE ha un 0,8 % di rilevanza e penetrazione di produzione. Detto questo, posso tranquillamente affermare (dopo 10 anni di non lineare), e senza paura di smentita, che la suite FC, era fino all'avvento di FC "PRO" X, la migliore soluzione non lineare presente sul mercato, sia per costi, che per capillarità e specificità dei plus in di terze parti. AVID è superiore nel real time, solo con NITRIS (vorrei ben vedere è un HW dedicato), ma ha un'interfaccia (poco pesonalizzabile), assolutamente caotica, gestisce le procedure di relazione in modo poco ordinato, e senza possibilità di raggruppare in radici i filtri ed i plugin… FC è (era) più snello, più performante e con il pro ress, esportabile verso qualsiasi piattaforma, services per la finalizzazione. Si importavno dati cineon, Nortlight, Arri, spirit con un click (accendo avuto l'accortezza di creare dei preset). Con Avid è più complicato e cosa assolutamente da non sottovalutare non è standardizzato, ne nell'import ne nell'export… Con 20 mila euro si prendeva un MAC PRO ottimamente carrozzato, una AJA e la suite FC, e si era pronti a lavorare anche con file a risoluzione piena di 4K vedi file 4K .r3d, ed anche senza l'ausilio di HW proprietario come il RED ROCKET, si gestiva con (64GB di ram) un decente rel time a 24P. E come dicevo, con 22.000 Euro, si portava a casa un MAC PRO in massima configurazione, un monitor reference HD SDI, una AJA 2K, e la suite FC. AVID per avere le stesse performance su media composer o simphony, e HW NITRIS, costerebbe circa 80.000 Euro… Per avere un prodotto dalle performance simili, ma con un'interfaccia ed una gestione dei plug in, lontana da quella apple… Apple purtroppo ha abbandonato e stà abbandonando, il suo core business, ossia il mercato PRO, mercato che l'ha sempre sostenuta anche quando era in miseria… Se non era per noi PRO, adesso i bimbi minkia, non avrebbero, gli IPHNOE, gli IPAD, gli IPOD, e questo scusate ma è un dato di fatto!!! Scritto il

  • nickname Commento 18 su Final Cut Pro X "e;bocciato"e; da una famosa casa di produzione TV in USA

    by:

    Opsy, sono d'accordo con te, Apple sta "calpestando" il mercato PRO che l'ha sostenuta nei momenti critici…. io lo so, tu lo sai, ma gli Iphonisti giovane generazione ecceteras, pnon lo sanno…. io lo ammetto, mi sento un poco tradito da Apple!!! Scritto il

  • nickname Commento 19 su Final Cut Pro X "e;bocciato"e; da una famosa casa di produzione TV in USA

    by:

    Che tristezza… Come utente consumer (da privato quale sono) non posso che essere felice per tutti i prodotti Apple degli ultimi anni, dall'iPhone all'iPad, che trovo spanne sopra la concorrenza. Ma da utente professional (attraverso l'azienda per cui lavoro)… Che parabola discendente clamorosa! Non è solo quel software amatoriale di FCPX (impossibile farci un qualsiasi lavoro professionale, manca di troppi standard), ma tutto lo smantellamento messo in atto da Apple negli ultimi anni! Gli XServe? Final Cut Server? La versione Server di Mac Os X? Tutto in malora… E in ogni caso se la loro politica di segretezza e colpi a effetto funziona sul mercato dei privati, un'azienda ci pensa due volte prima di comprare una macchina o un software di qualcuno che non ti dice quando uscirà la prossima versione, se sono previsti cambiamenti o senza avere una roadmap del prossimo sviluppo. Ok, il consumer rende più del professional? Vero, verissimo. Ma se perdi il settore pro, perdi un valore aggiunto che oggi non lo senti, ma tra 3 o 4 anni, ti farà essere come Microsoft (ma molto più piccola e certo non con l'80% del mercato del software in mano). Scritto il

  • nickname Commento 20 su Final Cut Pro X "e;bocciato"e; da una famosa casa di produzione TV in USA

    by:

    e cosa dovrebbe fare? stare in un mercato che le fa perdere solo tempo e denaro? anche voi se foste in apple abbandonereste gradatamente il pro. Se vogliamo dei prodotti consumer ottimi non possiamo chiedere di restare anche nel pro. Voi vorreste solo pro e basta? Apple è consumer, e dio benedica questo fatto perché a livello consumer la qualità si è innalzata di mille volte grazie ad Apple. Scritto il

  • nickname Commento 21 su Final Cut Pro X "e;bocciato"e; da una famosa casa di produzione TV in USA

    by:

    sono i prezzi che sono rimasti pro:) il problema è questo. sono consumer?vero..ma i prodotti apple si rompono come quelli dei concorrenti…ma rimane il prezzo… un tempo si diceva: uso un prodotto apple, è un prodotto pro, lo pago di più ma è un investimento a lungo raggio…ora?si deve pensare che l'elettronica di consumo si rompe di più…ovviamente…però…non so se l'affermazione di kingofdeath è giusta..ci devo pensare… Scritto il

  • nickname Commento 22 su Final Cut Pro X "e;bocciato"e; da una famosa casa di produzione TV in USA

    by:

    Manang Non pensare. È inutile. Scritto il

  • nickname Commento 23 su Final Cut Pro X "e;bocciato"e; da una famosa casa di produzione TV in USA

    by:

    che tristezza… anche io per motivi di lavoro sto pensando seriamente di passare ad avid nel mio prossimo aggiornamento software. il fcp X non l'ho cestino, lo terrò nell'air della mia ragazza, ma per me adesso continuo a tenermi stretta la suite. Ps e in tutto questo che fine ha fatto l'aggiornamento dei nuovi mac pro? hanno ancora intenzione di produrli? a da oltre un anno che non gli aggiornano! che vogliono abbandonare anche l'ultimo baluardo pro che ci è rimasto? Scritto il

  • nickname Commento 24 su Final Cut Pro X "e;bocciato"e; da una famosa casa di produzione TV in USA

    by:

    Io dico solo una cosa: Prima difendete apple dicendo che FCPRO è davvero PRO e che i professionisti che dicono il contrario non capiscono niente (l'articolo addirittura arriva a paventare una ridicola cospirazione contro apple), poi però vi rimangiate le parole dicendo che "fa bene" a non fare più prodotti professionali perché è una nicchia poco produttiva e che fa perdere tempo e soldi. Allora DECIDETEVI. Le due cose non possono coesistere. Nessuno ha mai detto che apple debba stare dove perde soldi, ricordiamo sempre che è una multinazionale con lo scopo di fare soldi, non fare il vostro personale piacere. Ma questo implica che effettivamente i professionisti abbiano ragione e FCPRO non sia "pro". Scritto il

  • nickname Commento 25 su Final Cut Pro X "e;bocciato"e; da una famosa casa di produzione TV in USA

    by:

    @13 Tutto avrei pensato in vita tranne che mi clonassero il nick! Scritto il

  • nickname Commento 26 su Final Cut Pro X "e;bocciato"e; da una famosa casa di produzione TV in USA

    by:

    Ormai (imho) apple sta uscendo dal mercato pro. Meglio quello consumer o proconsumer, piu' reddittizio e che richiede un suppprto meno attento. Scritto il

  • nickname Commento 27 su Final Cut Pro X "e;bocciato"e; da una famosa casa di produzione TV in USA

    by:

    Come volevasi dimostrare. Bye iApple. Scritto il

  • nickname Commento 28 su Final Cut Pro X "e;bocciato"e; da una famosa casa di produzione TV in USA

    by:

    Manag i Mac infatti costano molto meno rispetto ai tempi dei power pc Scritto il

  • nickname Commento 29 su Final Cut Pro X "e;bocciato"e; da una famosa casa di produzione TV in USA

    by:

    anche i pc normali costano molto meno…ovvio…la tecnologia si è affinata e i prezzi sono scesi… Scritto il

  • nickname Commento 30 su Final Cut Pro X "e;bocciato"e; da una famosa casa di produzione TV in USA

    by:

    A livello consumer la qualità Apple è rimasta quella che era, solo che voi figli di un dio minore non potete saperlo visto che fino a ieri eravate troppo presi a misurarvi cpu cons membri, cosa che continua a fare coi prodotti Apple. I Mac avevano problemi allora e ne hanno ora, solo che prima almeno avevano personalità, espressa attraverso le scelte progettuali, ora han più che altro un fantastico brand che vende, di tutto, tanto da metter in ombra i progetti validi. Quel che manca oggi è il supporto pro, che poi è quello che serve a far dei Mac qualcosa oltre che sfoggiarli. Anni fa il supporto hw mancava perché eravamo una nicchia, oggi manca quello sw perché non siamo più una nicchia ma siamo consumer. Apple non impara dagli errori e i cicli finiscono, e disgraziatamente per lei (e per voi wannabe dell'ultim'ora) non ci sarà un altro Jobs a salvarla, e un altro Gates a cacciar la grana per scappare dai tribunali. Scritto il

  • nickname Commento 31 su Final Cut Pro X "e;bocciato"e; da una famosa casa di produzione TV in USA

    by:

    Manag io parlo in proporzione , i pc Apple erano di nicchia anche per via dei costi, oggi sono più o meno in linea con i top gamma windows, non paragonare l hardware in quanto chi produce programmi per Apple è a conoscenza delle caratteristiche delle macchine Apple e sono ottimizzati per quelle caratteristiche oggi come ieri, l hardware dei Mac si evolve più lentamente che i pc Windows questo garantisce alle macchine Apple una longevità maggiore che ne tutela l investimento, il resto e solo questione di gusti, Apple è nata come consumer anzi è proprio il sogno di Apple quello di creare un computer per tutti e diciamo che iPad è la cosa che ci arriva più vicino, oddio spero che Apple recuperi il mercato pro che sta perdendo e che non faccia con l audio l errore che sta facendo con il video, amo logic quasi più di pro tools, ma se questo avenisse sarebbe in pieno stile Apple e avid avrebbe il dominio in campo pro avendo acquistato anche la digidesigh con pro tools, gli manca solo un programma per competere con Photoshop e il dominio e completo.... Scritto il

  • nickname Commento 32 su Final Cut Pro X "e;bocciato"e; da una famosa casa di produzione TV in USA

    by:

    Sono un professionista del settore. In mediaset usavamo Xserve e finalcut server. Tutto era integrato e funzionava bene.. Apple ha dispesso XServe e il nuovo Final Cut X può sembrare bello per un utente che lo utilizza a casa oppure per un piccolo professionista.. ma a livello macro aziendale è un giocattolo.. non fai la metà delle cose che facevi con il precedente. Per la cronaca mediaset è passata ad Avid e ci sono 64 Server e circa 800 client… Non è cosa da poco. Bella perdita per Apple.. SONO DIVENTATI DEI GIOCCATTOLAI DELL'ESTETICA. Scritto il

  • nickname Commento 33 su Final Cut Pro X "e;bocciato"e; da una famosa casa di produzione TV in USA

    by:

    Quando molto tempo fa scrivevo su questo sito (a proposito di FCPX) dicendo che Apple stava sbagliando di grosso col settore PRO (non videomakers amatoriali) e dicendo che il suo prodotto atteso x ben 2 anni, non solo non è stato aggiornato con funzionalità che i pro aspettavano da tempo, ma che la nuova versione è un addio al mondo pro, molti di voi mi hanno criticato. E' chiaro: Apple ha deciso spudoratamente di abbandonare i prodotti PRO. Quando Sabato pomeriggio sono andato all'Apple store di Bologna, c'erano più iPad e macbook pro 13" che mac pro. Infatti UNO ve ne era. Questo è un esempio chiaro. Quando ho chiesto ad un commesso cosa c…o Apple stava facendo con questa m…data di FCPX, mi è stato detto che Final Cut Pro X è il futuro. Peccato che dopo 20 minuti di discussione ho messo il tizio di Apple in difficoltà, tanto che si è arreso dicendo che lui non ne sapeva poi così tanto di Final Cut e che mi dovevo rivolgere ad un altro tecnico. Allora se non ne sai di FCP perchè dici che è il futuro? diceva anche così di Lion, quando gli ho detto che non mi smuovo dal mio Snow Leopard uno perchè non è ancora compatibile con molti plug-in e programmi pro, due perchè prima apple deve risolvere il problema che ha nella gestione della ram, sempre il tizio non ha fiatato più. Se Apple quindi ha deciso di cassare il segmento PRO dai sui progetti, bene! Questo però gli costerà caro. Per quando riguarda Avid vi consiglio di provare Symphony rispetto media composer e poi ne riparliamo. Io uso col mio SL la mitica (è il caso di dirlo) suite Final Cut Studio 3 con Shake 4.1 e per quello che mi riguarda mi basta e avanza. Unico neo, il non aver un programma di autoriting Bluray. Mi sa che x quello userò Adobe Encore. Scritto il

 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Melablog.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia ed è un supplemento alla testata Blogo.it registrata presso il Tribunale di Milano n. 487/06, P. IVA 04699900967.