iOS 8.3, addio al supporto nativo di Twitter

L'ultima Beta di iOS 8.3 dice addio al supporto nativo di Twitter. Ma non è un male: in realtà prelude ad un'altra novità.

byebye_twitter_ios83


Ultimamente, Twitter ha lanciato parecchie cosette; consente di caricare più foto contemporaneamente, ad esempio, e ora supporta pure GIF animate, tag, video e molto altro. E visto che le funzioni di condivisione integrate in iOS sono molto limitate e non tengono conto di tutte queste novità, era inevitabile che le cose cambiassero: tant'è che dalle ultime Beta di iOS 8.3 è sparito il supporto a Twitter. Ecco perché.

L'integrazione con Twitter su iPhone e iPad è comparsa con iOS 5, ma da allora non è mai stata aggiornata per supportare le ultimissime feature disponibili nell'app ufficiale. Ma con iOS 8, gli sviluppatori possono per la prima volta creare delle estensioni dell'OS che permettono di manipolare i dati senza dover passare da un'app all'altra. È il collante che mancava, e che ora quasi certamente confluirà pure in Twitter.

In altre parole, il supporto nativo sparisce per lasciar spazio a quello personalizzato; il che implica qualche contro e molti pro. Infatti, ora diventa necessario conoscere e installare l'app ufficiale di Twitter, mentre fino ad oggi era iOS stesso che ne suggeriva l'installazione. Ma d'altro canto, questo significa che Twitter avrà finalmente il pieno controllo delle feature di pubblicazione. Aspettatevi quindi anteprima del tweet, tag degli utenti, upload multiplo e tutto il resto dell'armamentario. E poi, non servirà un intero update di iOS per aggiornare le funzioni di Twitter: basterà un piccolo update su App Store.

Chi usa app non ufficiali come Tweetbot o Twitterrific non deve preoccuparsi; qualunque sviluppatore di terze parti può creare estensioni, e c'è da scommettere che ci saranno novità di rilievo anche su questo fronte.

Ecco come funzionano le Estensioni per le App di iOS 8 e Yosemite

  • shares
  • Mail