Apple Watch: i consigli di Apple agli sviluppatori

L'Apple Watch porterà la sua schiera di applicazioni su misura. Ecco cosa Apple ha da dire ai programmatori che preparano le app per questa nuova piattaforma.

Apple-Watch-apps-multi

Apple ha presentato l'Apple Watch al pubblico e gli Store si preparano ad accoglierli. Nel frattempo, la schiera degli sviluppatori è impegnata in una corsa contro il tempo per far arrivare le proprie app su questa nuova piattaforma. Applicazioni compatte e con le quali interagire sul piccolo schermo dello smartwatch ed Apple ha da dire la sua sull'argomento.

Alcuni sviluppatori erano anche già pronti per l'App Store, ma Apple ha ribadito che l'Apple Watch aveva le sue regole per accettare le app, visto che quelle usate per iPhone e iPad portano alcune difficoltà da seguire sul piccolo schermo dello smartwatch. In un documento, Apple snocciola i suoi consigli per un'applicazione di successo per l'Apple Watch.

Progettazione della applicazione


Lo spazio è poco (questo è il leitmotiv dei consigli agli sviluppatori) ed un'organizzazione razionale dell'app è raccomandata. Un modello gerarchico, con abbondanza di sub-menu piuttosto che un caos di scritte e tasti è l'ideale per permettere interazioni complesse mantenendo la semplicità d'uso, con una particolare attenzione alle gesture e al Force touch.

Notifiche


Lunghe, con varie opzioni fra le quali scegliere, o corte, con un semplice avviso, le notifiche sono un elemento essenziale dell'interazione con l'Apple Watch. Lo sviluppatore è però invitato a non abusarne. Gli utenti, ricorda Apple, possono percepire le notifiche troppo frequenti come irritanti e, di conseguenza, disabilitarle. Questo ovviamente sarebbe controproduttivo per lo sviluppatore dell'app; meglio poche ma buone, dunque.

Interfaccia utente


Numerosi consigli per l'interfaccia utente; ecco i principali:


  • Non fornire un pulsante di chiusura dell'app: l'Apple Watch ha già il suo;
  • Cercare di offrire la stessa interfaccia per le due varianti d'orologio (38 e 42 mm);
  • Allineare il testo a sinistra;
  • Niente bordi nell'app: ci sono già quelli dell'Apple Watch;

  • Usare un solo font nell'app, è più pulito e più leggibile;

  • I colori sono importanti ed ognuno ha il suo significato per l'utente;

  • Inserire animazioni con il rendering già fatto, onde evitare tempi morti.

Le schermate


Le schermate rappresentanti le app sono il biglietto da visita per l'Apple Store special Watch. Le specifiche di Apple sfioravano l'assurdo: inizialmente era specificato che le schermate dovessero venire eseguite sull'Apple Watch stesso e non sul simulatore usato per lo sviluppo. Una condizione difficile da riempire dato che l'Apple Watch sarà disponibile unicamente in aprile.

Apple ha quindi corretto il tiro: le immagini verranno catturate sull'Apple Watch dopo la sua uscita e, nel frattempo, il simulatore del Mac va benissimo.

Il logo e altre forma di pubblicità


Riguardo alle app, Apple ha ricordato nelle sue linee guida che la presenza del logo dell'azienda non è benvenuta. Se l'utente ha attivato l'app, direttamente o attraverso una notifica, sa benissimo cosa sta facendo e ricordarglielo è, per Apple, una forma di pubblicità. Un approccio più elegante è quindi consigliato, come lo ricorda Apple stessa:

La gente usa la vostra app per lavorare o per divertirsi; non vogliono sentirsi forzati a guardare uno spot pubblicitario. Per ottenere un'esperienza utente migliore, ricordate loro la vostra azienda attraverso la scelta dei font, dei colori o delle icone.

È vero che ogni pixel conta sul piccolo schermo dell'Apple Watch: un buon sviluppatore saprà trarre profitto dello spazio ridotto senza ingombrarlo di logo inutili.

38mm e 42mm, Apple Watch

  • shares
  • +1
  • Mail