Nuove foto HD del misterioso minivan Apple rivelano Mappe in 3D

Avvistato a pochi passi da Cupertino il misterioso minivan Apple imbottito di sensori. Alcune fotografie ad alta risoluzione rivelano dettagli sugli inediti sensori sul tettuccio e sulle ruote.

Vista laterale; foto HD del misterioso minivan Apple

Aggiornamento del giovedì 19 febbraio 2014, a cura di Ruthven

Nuove fotografie ad alta risoluzione ottenute da AppleInsider rivelano maggiori dettagli dei sensori presenti sul quanto meno misterioso minivan Apple che solca le strade di San Francisco e dintorni in questo mese di febbraio 2015. Il minivan era stato infatti avvistato per la prima volta ad inizio mese e poi ripreso in un video che ha fatto supporre che fosse un prototipo di una nuova auto driveless, ossia che si guida da sola, o anche una prova del progetto Titan sulle auto elettriche.

Uno sguardo attento agli scatti suggerisce piuttosto che il veicolo ripreso sia una nuova versione dell'automobile che genera le viste dinamiche per le Mappe. Si vedono infatti tutta una serie di fotocamere e telecamere, assemblate sotto una scocca bianca che poggia sul tettuccio e che protegge i sensori. Il veicolo è una Dodge Caravan immatricolato in California e i sensori includerebbero almeno sei videocamere, due sensori Lidar, una coppia di antenne GPS e un dispositivo capace di misurare precisamente la velocità di rotazione delle ruote (e quindi la distanza percorsa).

Vista laterale; foto HD del misterioso minivan Apple
Retro; foto HD del misterioso minivan Apple

Il minivan è sicuramente parte di una nuova iniziativa di Apple, la quale ci ha abituato ad un alone di segretezza che ammanta i dettagli delle sue sperimentazioni. A bordo sono stati anche visti due persone: un pilota ed un copilota che teneva in mano un iPad (o una console) che si è sbrigato di nascondere quando ha notato di essere osservato.

I Lidar potrebbero permettere di generare viste in 3D, modellate con estrema precisione sulle mappe grazie alle informazioni fornite dai dati accoppiati dei GPS sul tetto e del sensore montato sulla ruota. Anche la visione da più angoli potrebbe servire a riprodurre in 3D la visione del paesaggio. Un altra possibile applicazione potrebbe essere un aiuto automatico alla guida, fornendo precisamente le distanza della macchina da altri veicoli o dagli ostacoli. Però, in tal caso, mal si spiegherebbe la presenza del sensore sulla ruota se non per misurare con estrema precisione la velocità.

Video della misteriosa nuova Apple iCar, avvistata di nuovo in California

Aggiornamento del lunedì 16 febbraio 2014, a cura di Ruthven

È stata di nuovo visto e filmato il minivan Apple dotato di innumerevoli telecamere sul tettuccio. Questa volta il misterioso minivan è stato visto effettuare alcuni esperimenti su strada a Palo Alto, a pochi chilometri da Cupertino.

Come si vede dal video qui sopra, il veicolo effettua alcune manovre in un quartiere residenziale di Palo Alto, prima di ripartire sulla strada. Finora erano fiorite due ipotesi sull'utilizzo del minivan e dei suoi sensori: auto-robot oppure l'omologo di Google StreetView sulle mappe di iOS 9. Le voci su un progetto ultra-secreto targato Apple erano state fatte circolare pochi giorni fa dal Financial Times, che ha diffuso la notizia della campagna di assunzioni di esperti automotive a Cupertino.

"Tre mesi fa, avrei detto che stessero lavorando su CarPlay, ma oggi penso che si tratti di una vera e propria automobile", ha detto un esperto di politiche Apple al Financial Times. In effetti il minivan avvistato una seconda volta è dotato di numerose videocamere che puntano in tutte le direzioni, però è troppo povera di altri sensori per essere una vera e propria driveless car, un'auto che si guida da sola.

Il Wall Street Journal e Reuters pensano piuttosto che si tratti di un prototipo di veicolo elettrico. Dal video non si riesce a identificare il rumore del motore e quindi a capire se si tratta realmente di un veicolo elettrico. È vero però che Apple aveva aperto delle trattative con Tesla un anno fa, forse per l'integrazione con "iOS in the Car" oppure per un accordo sulle batterie. I contatti fra le due aziende, alla luce dell'esistenza di questo minivan dotato di sensori sul tettuccio, potrebbero anche essere diretti verso l'integrazione di una nuova tecnologia di assistenza alla guida, più facile e veloce da mettere in piedi di una driveless iCar.

Via | MacRumors

Apple lavora alle auto che si guidano da sole?

apple_streetview_van
Scritto da: Giacomo Martiradonna - mercoledì 4 febbraio 2015

L'auto che vedete in cima al post è una Dodge Caravan che circola da qualche giorno a San Francisco; è dotata di una serie di complessi macchinari fotografici e pare che sia stata affittata da Apple. Qualcuno dice per introdurre l'omologo di Google Street View in iOS 9, ma si parla perfino di auto che si guidano da sole.

Proprio mentre Google lavora alle Driveless Car di Uber, ovvero i taxi che si guidano da sé, giunge una notizia che lascia esterrefatti: Apple sta lavorando ad un qualche progetto segreto molto simile.

Secondo KPIX 5, il sito affiliato con la CBS che ha lanciato lo scoop, l'auto somiglierebbe moltissimo ai Dodge Caravan driverless (privi di autisti) avvistati a New York a settembre 2014; potete dargli un'occhiata nel video qui sotto.

Gli esperti interpellati da KPIX non hanno dubbi: "troppe telecamere" hanno scritto. "Possiede delle telecamere puntate verso il basso e posizionate su tutti gli angoli." Il che lascerebbe supporre che si tratti di una qualche tecnologia in grado di guidare un mezzo in modo automatico.

Per quanto l'ipotesi sia piuttosto suggestiva, c'è da dire che Apple non è tra le 6 società dotate di un permesso per la sperimentazione delle driveless car; forse si è alleata con con un partner in gran segreto, ma forse c'è semplicemente un'altra spiegazione.

Questo minivan somiglia moltissimo anche alle Street View Car di Google, dotate di fotocamere per 155 Megapixel complessivi, e capaci di attaccare foto multiple del circondario per ricostruire un ambiente a 360 gradi. Apple ovviamente si è trincerata dietro il solito no-comment, ma a questo punto è chiaro che qualcosa bolla in pentola. Qualcosa di grosso.

Trovate tutte le fotografie nella Gallery qui sotto. Buona visione.

  • shares
  • +1
  • Mail