Google Operatore Mobile: accordo con Sprint e T-Mobile

E alla fine è successo davvero. Google ha siglato un accordo con Sprint e T-Mobile per trasformarsi in un Carrier Mobile. Cambieranno molte cose.

google-carrier-mobile-iphone


È da anni (almeno dal 2005) che si vocifera della possibilità che Apple diventi essa stessa un gestore mobile, e invece è stata battuta sul tempo da uno dei suoi competitor. Google ha siglato un accordo con Sprint e T-Mobile negli USA per diventare ufficialmente un carrier. E questo cambierà molte cose.

La notizia l'ha data il Wall Street Journal, secondo cui l'entrata di Google nel settore consentirà di aumentare le velocità di download e di abbassare i prezzi, migliorando al contempo la copertura.

Negli Stati Uniti, attualmente, esistono 4 principali gestori: T-Mobile, Sprint, AT&T, and Verizon, e tutti costano mediamente molto cari rispetto ai prezzi cui siamo abituati, fatta forse eccezione per le aggressive campagne di marketing di T-Mobile.

Ovviamente, a questo stadio è impossibile fare vaticini sul lancio del servizio negli USA; figuriamoci su un eventuale piano al di qua dell'Atlantico. Di sicuro, Google Mobile partirà in alcune città selezionate, come ha già fatto per la fibra ottica:

Sprint [...] è il terzo più importante gestore wireless, mentre T-Mobile [...] è il quarto. Grazie ad un accordo diverso firmato con ognuno dei due carrier, Google rivenderà il servizio sulle reti Sprint e T-Mobile, secondo le persone vicine ai piani. Questi accordi all'ingrosso sono comuni, e consentono in pratica ai rivenditori come Google di promuovere un servizio di connettività mobile col proprio brand.

Ovviamente, Google non predisporrà infrastrutture proprie: sarà un MVNO, cioè un operatore virtuale come Poste Mobile o Tiscali Mobile qui da noi. Con quali ripercussioni sul mercato, lo scopriremo presto.

Approfondisci su Mobileblog: Operatori Mobili Virtuali

  • shares
  • Mail