Windows 10, ovvero 5 modi in cui Microsoft copia Apple

Microsoft ha annunciato al mondo Windows 10, e come al solito si è "ispirata" un po' ad Apple. Ma dobbiamo ammettere che stavolta ha anche introdotte idee davvero innovative.

windows10

Con una conferenza durata due ore e mezza, Microsoft ha presentato l'ultima versione del suo storico Sistema Operativo. Windows 10 introduce molti elementi di novità -alcuni davvero avveniristici, basati sull'olografia- ma qualche idea, come al solito, sembra averla rubacchiata ad Apple. Ecco 5 modi in cui Redmond si è "ispirata" alla mela.

Aggiornamenti Gratuiti

Per la prima volta nella storia, una versione di Windows sarà distribuita gratuitamente ai possessori di Windows 7, Windows 8 e Windows Phone 8.1, anche se solo durante il primo anno di disponibilità; poi tornerà a pagamento, con prezzi tuttora ignoti.

La scelta era inevitabile, considerato che tutte le principali alternative presenti sul mercato -OS X, iOS, Android, Chrome OS, Linux- sono disponibili a costo zero; e poi, Microsoft ha bisogno di far dimenticare il flop di Vista e l'assenza di Menu Start in Windows 8. Anzi, a dire del CEO Satya Nadella, vogliono "che la gente ami usare Windows ogni giorno." In bocca al lupo.

Skype diventerà il nuovo iMessage

Skype sarà profondamente integrato in Windows 10, e funzionerà esattamente come fa iMessage. Quando tentate di inviare un messaggio ad un utente, e il sistema scopre che il destinatario possiede un iPhone, l'SMS viene convertito automaticamente in un iMessage. Sui telefoni Windows accadrà lo stesso, solo che i messaggi saranno dirottati su Skype. Una mossa geniale: dopotutto, chi è che non ha un account Skype oggigiorno?

Continuum, il Continuity di Microsoft

Continuity è la feature di iOS 8 e OS X Yosemite che consente di lasciare il lavoro in sospeso su un dispositivo o computer Apple, per poi riprenderlo dall'altro. La variazione al tema di Microsoft invece è un po' diversa; in pratica, invece di inviare il medesimo documento Word al tablet e al telefonino, la feature elaborata a Redmond trasforma il display touchscreen del portatile in un tablet passando semplicemente all'interfaccia touch. Così non dovete neppure alzarvi dalla sedia per raggiungere l'iPad.

Non è proprio identica a Continuity, ma potevano almeno scegliere un nome un po' diverso: l'hanno ribattezzata Continuum.

Gestione Mail

"Questi gesti modulari potrebbero risultare familiari ad alcun di voi" ha dichiarato con orgoglio Joe Belfiore durante il keynote. L'app di gestione della posta elettronica su Windows 10, infatti, supporterà una serie di gesti che consentono di interagire in modo rapido e molto intuitivo con l'app; per esempio, basta scorrere verso sinistra il dito per archiviare o cancellare un messaggio, esattamente come su Mail in iOS 7 e 8.

C'è da dire, a onor del vero, che l'interfaccia piatta e i gesti introdotti in Mail con iOS 7 sembrano presi pari pari da Mailbox, l'app di Dropbox per la posta elettronica. Ma questa è un'altra storia.

Problemi con lo stream video

Se è vero che l'imitazione è la forma più sincera di adulazione, a Cupertino oggi si sentiranno delle primedonne. Microsoft ha copiato perfino i problemi che affliggono perennemente lo streaming degli eventi Apple. In pratica, a intervalli regolari si finiva col dover attendere tempi biblici per il buffering. Curioso che né Apple né Microsoft siano in grado di tirar su uno streaming decente nel 2015.

I colpi di genio

microsoft_hololens

L'impressione che abbiamo è che Microsoft abbia delle idee eccellenti e ambiziose per il futuro dell'informatica, ma sembra essere frenata dai limiti dei suoi utenti Legacy; in altre parole, l'eredità che si porta dietro è la zavorra che le impedisce di innovare come vorrebbe.

D'altro canto, noialtri aspettiamo con ansia la mitologica SmartTV Apple, Microsoft invece ha lanciato Surface Hub, una ciclopica TV 4K da 84" pensata per il mercato enterprise e dotata di doppia fotocamera, microfoni, WiFi, WiFi, Bluetooth LE, NFC e sensori avanzati. Per le famiglie, invece, c'è quella da 55".

E mentre gli utenti Apple attendono col fiato sospeso il debutto di Siri su Mac, Cortana sbarca ufficialmente su Desktop. Certo, su OS X abbiamo la dettatura vocale da Mountain Lion e possiamo controllare alcuni aspetti del computer, ma non c'è un assistente vocale completo.

La vera sorpresa, tuttavia, è HoloLens, è il fantascientifico sistema di occhiali a realtà aumentata basato sugli ologrammi; è roba talmente tecnologica da far impallidire perfino Google Glass e Oculus. Ecco qui un assaggio di cosa vi permetterà di fare.

Approfondisci: HoloLens, ecco come Microsoft manderà la NASA su Marte

  • shares
  • +1
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: