Montblanc infila le funzioni smart dell'orologio nel cinturino e-Strap

Montblanc è riuscita a richiamare l'attenzione sui propri orologi proprio nel clou della febbre da Apple Watch. Le funzion smart le ha inserite nel cinturino.

montblanc_estrap


Mentre utenti, fahsionisti e produttori di orologi di lusso rivolgono lo sguardo ad Apple Watch, Montblanc è riuscita nel non facile intento di sorprendere tutti lanciando un accessorio totalmente inaspettato. Si tratta di e-Strap, e consiste in pratica in un cinturino smart orologi per analogici.

Montblanc e-Strap è un piccolo display da 0,9" incorporato in un cinturino di pelle d'alta qualità da collegare ai modelli di orologio esistenti. Il gadget non si vede praticamente mai, visto che è posto sotto al polso, e permette di controllare in un gesto notifiche, contapassi e riproduzione musicale sugli smartphone connessi attraverso Bluetooth. Ovviamente è garantita la compatibilità sia con iPhone che con iPad, e la batteria dura 5 giorni:

Il modulo elettronico e-Strap avrà un display touchscreen OLED monocromatico con una risoluzione di 128x36 pixel. Non è esattamente una rivoluzione nell'industria, ma è molto più che un semplice dispositivo per notifche. Montblanc ha chiarito che oltre alle chiamate, ai messaggi, alle mail, ai calendari, al social media e alle notifiche per i promemoria, eStrap funzionerà come activity monitor/tracker con pedometro e accelerometro per inviare i dati all'app per iPhone e Android.

Il vero problema, semmai, è il costo: 250€. Con questo stesso budget si acquista già uno smartwatch o un bracciale fitness di qualità, ma d'altro canto questa soluzione consente di tenere al polso solo il proprio Montblanc della serie Timewalker Urban Speed. In seguito, la compatibilità sarà estesa a tutti i modelli da 42mm e 43mm della serie Timewalker.

Vedremo se il tentativo di Montblanc servirà a contenere l'avanzata di Apple nel settore. Per il momento, c'è un certo nervosismo da parte dei produttori storici di orologi, tant'è che Timex e Fossil si sono già stretti in un abbraccio tecnologico con Qualcomm e Intel mentre TAG Heuer sta addirittura valutando l'ipotesi di acquisire start-up high-tech. La paura, quest'anno, non fa 90: fa Apple Watch.

Approfondisci: Apple Watch, i produttori di orologi svizzeri annunciano guerra

  • shares
  • +1
  • Mail