Miramax: Apple è una minaccia per il cinema

Scritto da: -


Durante la conferenza del MIPCOM, il CEO di Miramax Mike Lang ha spiegato per quale ragione il suo studio sta cercando in ogni modo di ostacolare l’ascesa di Apple nel mondo dell’industria cinematografica. I rischi, afferma, sono affini a quelli già visti nel mondo della musica.

Il problema nasce dall’aggressività di Apple e dal suo successo. Un mix di elementi che determina una cristallizzazione del mercato:


Apple è la più forte società nell’industria musicale, e poiché non c’era sufficiente competizione, né ce n’è abbastanza oggi, in qualità di industria non può quindi mettere voce su packaging, merchandising e tutte le altre cose vitali. Noi del cinema dobbiamo prendere coscienza di ciò.

Ed è in quest’ottica che occorre inquadrare i recenti accordi con Hulu e Netflix. E’, per farla breve, una questione di scarsità di competitor dotati del peso specifico necessario a contrastare Cupertino:

Il nostro obiettivo come industria dovrebbe essere quello di averne il più possibile, e che possa vincere il servizio migliore.

Un monito ragionevole che, per certi versi, appare in sintonia anche con le esigenze degli stessi utenti. Nel mercato dei download video, iTunes Store detiene due terzi dei download diretti totali degli USA, al secondo posto dopo Netflix, che invece la fa ancora da padrona con lo streaming. E bene se la cava anche Hulu col suo milione abbondante di abbonati al servizio Plus, senza contare i servizi gratuiti sostenuti dalle inserzioni pubblicitarie. Il mercato del video digitale, insomma, è ancora meno ingessato di quello musicale: perdere questo stato di cose, è il monito di Lang, significherebbe fare un autogol.

Vota l'articolo:
3.55 su 5.00 basato su 11 voti.  
 
Aggiorna
  • nickname Commento 1 su Miramax: Apple è una minaccia per il cinema

    by:

    Ipocrita. Dice "che possa vincere il servizio migliore" mentre rende pubblico che "il suo studio sta cercando in ogni modo di ostacolare l’ascesa di Apple nel mondo dell’industria cinematografica". Il migliore non vince affossando la concorrenza, non si sbandiera il bene dei clienti eliminando i competitor dal mercato. Che Lang pensi a fornire un servizio MIGLIORE di quello di Apple, visto che ha più esperienza e più radici nel campo. Non è difficile: Apple ha ancora pochi titoli, prezzi troppo alti e scarso inserimento al di fuori degli USA. Sgrunt. Scritto il

  • nickname Commento 2 su Miramax: Apple è una minaccia per il cinema

    by:

    Secondo giorno senza di Lui. Non ci credo. Sto davvero male… Scritto il

  • nickname Commento 3 su Miramax: Apple è una minaccia per il cinema

    by:

    Adesso che Steve è mancato.. Tutti vogliono un pezzo di torta.. OVVIO! Scritto il

  • nickname Commento 4 su Miramax: Apple è una minaccia per il cinema

    by:

    commento numero 2, dai però, mo non esageriamo Scritto il

  • nickname Commento 5 su Miramax: Apple è una minaccia per il cinema

    by:

    E dove è scritto che MIRMAX o una delle MAJOR deve intraprendere una strada non affine alla sua attività ? La concorrenza in un mercato sano è cosa buona e giusta, il discorso di Lang non fa una piega. Apple tende a monopolizzare non per un interesse collettivo per suo esclusivo torna conto. Con ITUNSE ne ha dato un chiaro esempio, con ITUNSE STORE e APP STORE ha messo le ciliegine sulla torta, i brani sono arrivati a costare .99 cadauno, di cui il 40 per cento entra in tasca ad APPLE, sulle APP il discorso è analogo… Con i video, film e serie TV nei mercati dove questa è presente, ha prezzi di noleggio proibitivi, considerando che in ogni dove, si trovano punti di noleggio (fisici) a .20 all'ora o .90 al giorno sia su DVD che su BLU RAY… Ed un BLU RAY oggi costa mediamente 15,00 Euro… Con una distribuzione del HOME VIDEO in formato elettronico, si vanno perdendo tutte le attività di packaging ad esso correlate, mettendo di conseguenza in crisi tutti gli attori della trafila, dal mastering, al packaging, al trasporto…. Questo intendeva in soldoni LANG… E scusate ma non ci vedo nulla di male ad asserire ciò che è ovvio. Apple ha la capacità di monopolizzare il mercato al quale si rapporta, ITUNES ne è un'esempio, ed un monopolio sulla distribuzione HOME VIDEO, ad oggi sarebbe un disastro che si ripercuoterebbe in senso negativo sulla stessa industria, perché ? Semplice, perché APPLE fisserebbe il prezzo d'acquisto a 10 e rivenderebbe a 60, e con 10 l'industria non è in grado si sostenersi. Può sembrare strano ma il 60 per cento degli introiti di una pellicola, sono dovuti proprio al HOME VIDEO… Scritto il

  • nickname Commento 6 su Miramax: Apple è una minaccia per il cinema

    by:

    Sinceramente questo monopolio e predominio assoluto di Apple a me non piace. Apple non sta facendo altro che crearsi nemici e questo non l'aiuterà certo in futuro. Inoltre i monopoli sono ciò che in un mercato libero non dovremmo avere. In questa maniera non avremmo concorrenza e libertà di scelta.NO al monopolio di Apple. Scritto il

  • nickname Commento 7 su Miramax: Apple è una minaccia per il cinema

    by:

    Apple è un'impresa non una onlus, se offre un servizio migliore è giusto che vinca. E' la competizioni. Io detesto le industrie del cinema e musicali, hanno vissuto di rendita per decenni se non era per Apple aka Steve Jobs oggi le industrie musicali sarebbero fallite. @Addio iSteve: beato te, evidentemente non hai altri pensieri o preoccupazioni. Scritto il

  • nickname Commento 8 su Miramax: Apple è una minaccia per il cinema

    by:

    …chiacchiere.Se Apple riesce a fare con il mercato del cinema ciò che ha fatto per la musica io che sono fruitore di entrambi i media non posso che essere contento! Scritto il

  • nickname Commento 9 su Miramax: Apple è una minaccia per il cinema

    by:

    No, fatemi capire… quindi bisogna stare fermi, non innovare, non risparmiare carta,benzina per il trasporto perchè se no qualcuno ci perde? E poi si parla di monopolio di Apple??!? Ma che si facciano un esame di coscienza le industrie discografiche per favore! Scritto il

  • nickname Commento 10 su Miramax: Apple è una minaccia per il cinema

    by:

    @Cianozo: eh eh, ovvio che si lamentano stanno perdendo la loro rendita…speriamo in un futuro di moltissime etichette indipendenti che una emi o warner. Scritto il

  • nickname Commento 11 su Miramax: Apple è una minaccia per il cinema

    by:

    Non vi piace il momopolio di Apple? No fatemi capire, quello di Microsoft vi piace???? Almeno Apple offre qualità! Scritto il

  • nickname Commento 12 su Miramax: Apple è una minaccia per il cinema

    by:

    i prezzi dei DVD e dei Blue Rey sono ridicoli. I pacchi con Blu rey, DVD e codice per il download del film, qui in UK, arriva a toccare le 22 sterline per poi scendere in pochi mesi a 15 o 16. Penso che la fruizione dei film via internet sia solo all'inizio e da quel che vedo qui, ci sono tutti i presupposti per creare un mercato dinamico e ricco di alternative. Non amo i monopoli ma credo che la posizione che oggi Apple detiene sia frutto soprattutto dei servizi e delle possibilità offerte da iTunes stesso. Quando altri riusciranno ad offrire software alternativi, servizi alternativi e competitivi, forse i pesi si distribuiranno diversamente. Il discorso di Lang è miope. Le case discografiche non l'hanno avuta vinta. Ma non tanto contro Apple come azienda, ma contro il pubblico che ha adottato un nuovo modo di comprare, ascoltare, godersi la musica. Se si proccupano dei monopoli emergenti che si inventino servizi al pubblico per contrastarli. Scritto il

  • nickname Commento 13 su Miramax: Apple è una minaccia per il cinema

    by:

    @ opsy I prezzi su iTunes store sono il risultato di un pugno di ferro tra Apple e le multinazionali della musica... Apple non avrebbe mai aumentato i prezzi come mai avrebbe differenziato i prezzi dei singoli download, cosa che e' stata imposta dalle major per lucrate sui brani più famosi... La concorrenza e' sacrosanta ma questa nn e' concorrenza e' un tentativo di congelare la distribuzione del potere dell'era digitale agli equilibri ormai vecchi della distribuzione fisica... Scritto il

  • nickname Commento 14 su Miramax: Apple è una minaccia per il cinema

    by:

    @sedano Offre qualità? Ancora per poco tempo... Ci sono le avvisaglie di una massificazione del prodotto e di un abbassamento della qualità mantenendo i normali prezzi apple. Vedremo se il tempo mi darà ragione. Pro addio, evviva il consumismo. Scritto il

  • nickname Commento 15 su Miramax: Apple è una minaccia per il cinema

    by:

    @ william... Veramente a quanto pare nessuno sul mercato riesce a costruire laptop ultra sottili con la qualità di Apple al costo di Apple per tanti motivi... A quanto pare iPhone e' al top della chart della soddisfazione post vendita, e ogni affermazione tipo dopo aver speso tutti quei soldi la gente si vergogna a dire che ha scelto male è solo rantolo da troll Sarebbe interessante tu articolassi in maniera compiuta la tua affermazione... Scritto il

  • nickname Commento 16 su Miramax: Apple è una minaccia per il cinema

    by:

    Se fosse per certa gente (altro che Steve Jobs) saremmo ancora qui con le a s400, le macchine da scrivere … Una chicca che forse pochi conoscono…Prima del Mac (aka Macintosh, 1984), non esisteva il concetto di "Carattere" in un computer…I computer non avevano carattere! (scusate il gioco di parole)…Ciò significava che un povero studente, ma anche il più scafato dei professionisti aveva due strade…O comprava una stampante multicarattere (che poteva costare anche 100.000 dollari) o si affidava a una tipografia, spendendo comunque mille dollari per una tesi in Sans Serif o quello che si vuole… Col MAc, scrittori, giornalisti, utenti comuni hanno potuto stampare qualsiasi cosa con qualsiasi carattere…Bastava una stampanate, appunto…comune, non quelle professionali al cui interno (ad hardware) c'erano i caratteri…(dal costo di decine e decine di migliaia di dollari)…. Basterebbe solo questo per far entrare Steve jobs nella leggenda…Ma fortunatamente per noi ha fatto tanto, tanto altro… La ROADMAP a Cupertino è tracciata sino al 2015…Articolo uscito oggi su Repubblica… iPhone 5 sarà probabilmente l' oggetto che stravolgerà (ancora) tutto quanto…E poi ci sono altre chicche ….i problemi se mai si porranno dopo il 2015…Oltre a capitalizzare su quello che già c'è e verrà realizzato in questi 4 anni, andare ovviamente avanti…. Quindi nel breve periodo Apple è stracoperta…In quello medio Coperta (implementazione di idee e oggetti già realizzati)…In quello Lungo….chi lo sa…Ma comunque si parla almeno del 2018…. non so manco se sarò vivo io, figuriamoci… Scritto il

 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Melablog.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia ed è un supplemento alla testata Blogo.it registrata presso il Tribunale di Milano n. 487/06, P. IVA 04699900967.