Questi mobili sono fatti di vetro, legno, acciaio e... vecchi Power Mac G5

Un designer tedesco ha utilizzato i case di vecchi Power Mac G5 per creare mobili da ufficio e da esterni, con risultati davvero sorprendenti. Guardate la Gallery e giudicate voi stessi.

powermacg5_panchina


Sicuramente ricorderete ancora le linee massicce ed eleganti del vecchio Power Mac G5, prodotto tra il 2003 e il 2006, e caratterizzato da uno chassis in alluminio che sembrava prodotto con tecnologie aliene. Era il primo computer a 64 bit di dell'era Jobs, e rappresentava una vera e propria rivoluzione per i tempi in cui è nato. Ecco perché il designer Klaus Geiger non poteva semplicemente accettare di buttarli via senza infondergli nuova vita: ed è così che è nata la linea di mobili Benchma[®]c.

Per prima cosa, Geiger ha svuotato ogni Power Mac della componentistica interna e l'ha sostituita con cassetti orizzontali o ante, a seconda dell'uso. Per ogni pezzo creato è stata impiegata ovviamente la superficie originale del computer, e spesso i materiali sono stati lavorati per fondersi a perfezione col design del Mac. Prendete ad esempio la panchina: l'asse di legno dedicata alla seduta è larga quanto basta per colmare lo spazio tra le maniglie superiori, e gli angoli sono stati levigati per creare un tutt'uno col Mac e aumentare al contempo la resistenza.

Nella cassettiera, due Power Mac sono stati impilati uno sopra l'altro e poggiati su delle rotelle; sulla sommità, si trova una lastra di vetro trasparente quadrato. Con 3+3 Power Mac è stato progettato invece un tavolo da conferenze per 6 persone, sormontato da una lastra di vetro molto spessa. Completano la linea le scaffalature e gli schedari, tutti rigorosamente in legno e Power Mac. Potete ammirare la linea Benchma[®]c nella stupenda Gallery qui sotto. Buona visione.

  • shares
  • Mail