Australia: ancora un rinvio per il Galaxy Tab 10.1 a causa di Apple


Continua la disfida legale che vede contrapposte da una parte Samsung, col suo Galaxy Tab 10.1, e Apple -parte lesa- col suo iPad che avrebbe "ispirato" la concorrenza, almeno secondo i legali di Cupertino. E così, dopo un primo rinvio della commercializzazione in Australia, Apple ne ha appena ottenuto un secondo. Tutto rimandato a fine settembre, dunque, salvo nuovi colpi di scena.

Poco più d'un mese: a tanto ammonta il ritardo maturato nella commercializzazione del tablet di Samsung rispetto al lancio programmato; una virata resasi necessaria in seguito ai suggerimenti del giudice della Corte Federale Annabelle Bennett, secondo cui conviene mettere tutto in standby fino all'udienza di fine settembre, quella che entrerà nel merito della legittimità dell'ingiunzione preliminare chiesta e ottenuta da Cupertino.

E questo nonostante Samsung avesse cautamente deciso di rimuovere dal tablet, almeno per il momento, l'interfaccia custom TouchWiz che è un dei nodi gordiani del contendere. Parlando della faccenda, il legale con la mela Steve Burley aveva additato tali cambiamenti come un tentativo di ridurre le funzionalità del dispositivo, e tanto è bastato perché su Apple piovessero accuse di farsi pubblicità perfino nelle aule del tribunale.

La strada della difesa per Samsung è tutta in salita, e il verdetto finale tutt'altro che scontato. Per il momento, tuttavia, a portare a casa i migliori risultati ci ha pensato Apple coi ritardi accumulati in Australia, il blocco delle vendite in Germania e Olanda, e soprattutto con la franca accelerazione delle udienze, ricalendarizzate con date estremamente favorevoli ad Apple.

  • shares
  • Mail
14 commenti Aggiorna
Ordina: