Vulnerabilità Shellshock, ecco le patch per Lion, Mountain Lion e Mavericks

Come ampiamente anticipato, Apple ha provveduto a chiudere per sempre la falla chiamata Shellshock che funestava OS X e Linux. Basta scaricare un update.

aggiornamento-bash-osx


Nei giorni scorsi, era stata scovata una pericolosa falla di sicurezza in una componente software presente sia in OS X che Linux; si tratta di una vulnerabilità nota col nome di Shellshock, colpisce la shell di comando Bash, e consente ad un malintenzionato di scorrazzare liberamente sul vostro computer da remoto.

Bash è un acronimo che sta per Bourne Again Shell, e consiste in una una shell testuale del progetto GNU usata in particolar modo nei sistemi operativi Unix e derivati, in particolare Linux e OS X. È un clone evoluto della shell standard di Unix, e per questa ragione viene utilizzata sulla nostra piattaforma esclusivamente per scopi da smanettone o esperto di computer; in altre parole, l'utente medio Apple non sa neppure che esiste, e questo in un certo senso è un bene perché l'ha protetto finora.

A dire di Apple, infatti, i suoi sistemi sono "al sicuro di default e non vengono esposti a minacce esterne a meno che gli utenti non configurino servizi avanzati Unix." E per mettere definitivamente una pietra sopra la faccenda, da Cupertino è giunta in queste ore una pioggia di update di sicurezza destinati a tutte ultime versioni di OS X escluso Yosemite. In particolare, è stato reso disponibile OS X bash Update 1.0 per Mavericks, per OS X Mountain Lion e OS X Lion. Gli aggiornamenti sono ovviamente consigliati a tutti gli utenti e saranno resi disponibili nelle prossime ore anche sul Mac App Store; vi converrà installarlarlo il più presto possibile, e anche questa è andata.

I terribili giorni in cui i Mac infettati dal Trojan Trojan Flashback sfiorarono il milione di computer

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: