Apple pensiona iPod Classic e connettore a 30 pin

Finisce un'epoca, Apple manda definitivamente in pensione il connettore dock da 30 pin con l'uscita di scena di iPod Classic e iPhone 4S, gli unici rimasti fedeli al design dei modelli originali

iPod-Classic-bye-bye

Le tante novità introdotte da Apple il 9 settembre, il lancio dei due nuovi iPhone 6, il rilascio di iOS 8 e la presentazione del tanto atteso Apple Watch, hanno un po' fatto passare in sordina un evento che può essere considerato epocale nella storia dei prodotti della Mela.

Dopo anni di onorato servizio Apple ha infatti mandato definitivamente in pensione l'iPod Classic, l'unico modello che era rimasto fedele al design originale, con tanto di click wheel e hard disk tradizionale.

Il primo iPod venne presentato da Steve Jobs nell'ottobre del 2001, un prodotto allora anomalo nella gamma Apple, ma che avrebbe dato inizio alla rivoluzione che ha portato alla nascita del primo iPhone ed alla completa trasformazione di Apple per come oggi la conosciamo.

Assieme all'iPod Classic scompare dal listino Apple anche l'iPhone 4S, per certi versi anch'esso l'ultimo smartphone della Mela ad essere rimasto fedele al design originale del primo iPhone, dotato di display da 3.5 pollici e rapporto d'aspetto di 4:3 3:2.

L'attuale gamma iPhone si articola infatti in 4 modelli, iPhone 5c, iPhone 5s, iPhone 6 e iPhone 6 Plus, con display da 4 a 5.5 pollici, tutti con rapporto d'aspetto di 16:9.

Con iPod Classic e iPhone 4S va però definitivamente in pensione anche il connettore dock da 30 pin, introdotto da Apple nel 2001 proprio con il primo iPod e rimpiazzato nel 2012 dal connettore Lightning comparso per la prima volta sull'iPhone 5 e progressivamente adottato da tutti i successivi iPhone, iPad e iPod.

La gamma iPod rimane infatti composta dall'iPod touch e dall'iPod nano, entrambi dotati di connettore Lightning, mentre il piccolo iPod shuffle ha sempre avuto un cavo USB che si connette nella presa delle cuffie. Tutti gli iPod rimasti in commercio sono quindi dotati di memoria flash.
Addio caro vecchio hard disk.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: