Intel scommette sugli ultra-portatili in stile MacBook Air


Intel ha cominciato a elargire incentivi finanziari ai costruttori di PC affinché supportino le nuove tecnologie per gli ultra-portatili costruendo più dispositivi come il MacBook Air. L'azienda ha investito pesantemente nella promozione dell'idea di PC ultra-portatile e corteggiato il produttore più grande a realizzare portatili con quelle caratteristiche. Molti non credono che si possa riuscire a costruire un rivale di MacBook Air. In tanti testano soluzioni che poi non raggiungono il mercato.

Diversi produttori hanno adottato un approccio difensivo: aspettano di vedere come si evolve il mercato. Asus invece non ha perso tempo ed ha realizzato UX21 e UX31, i primi ultra-portatili basati su Windows con caratteristiche estetiche spudoratamente simili a quelle del MacBook Air. Il prezzo è competitivo, sotto i $1000, e il design è molto simile a quello di Cupertino. Alcuni produttori, invece, hanno deciso di aspettare i nuovi processori Celeron 787 e 857 a settembre con il fine di produrre dispositivi a basso costo. Per chi invece cerca un portatile senza fronzoli metallici, nessuno spirito d'imitazione nel design e con caratteristiche hardware superiori, la buona notizia è che non bisogna aspettare ma direttamente comprare: U36JC. L'unico difetto sembra essere il riscaldamento eccessivo (qualcuno di voi ha mai usato un MacBook Pro Santa Rosa?).

Il mercato dei netbook sembra in stallo a tutto vantaggio di quello dei tablet. D'altro canto è chiaro, anche dalla considerazione che il MacBook Air sta riscuotendo per Apple (ricordate 2 anni fa com'era la situazione?), che la linea di demarcazione è stata definita: gli attuali portatili assomiglieranno sempre più ai MacBook Air e gli attuali netbook soccomberanno ai tablet.

[Via Electronista | Gizmologia]

  • shares
  • +1
  • Mail
67 commenti Aggiorna
Ordina: