Apple brevetta la ricarica dei terminali in wireless

apple wireless

Apple ha recentemente richiesto un nuovo brevetto decisamente interessante: gli utenti potrebbero, un giorno, essere in grado di ricaricare la batteria del proprio iPhone e/o iPad in modalità wireless. Il brevetto, intitolato "Utilizzo di energia wireless in un ambiente di computing locale" descrive il modo in cui i computer come un iMac o un MacBook potrebbero ricaricare un iPhone non collegato da fili e lontano dal computer stesso. La tecnologia utilizza la trasmissione di energia tramite near field magnetic resonance (NFMR), ovvero risonanza magnetica tra campi vicini.

Ora grazie ad iOS 5 i terminali possono sincronizzare i propri dati in wireless e la possibilità di ricaricare anche la batteria nella stessa modalità sarebbe un ulteriore passo avanti nell'eliminazione definitiva della matassa di cavi che affligge ogni possessore di gadget tecnologici. La tecnologia NFMR potrebbe essere sfruttata anche per la Wireless Keyboard Apple o il Magic Mouse (aggiungendo una piccola antenna apposita), rendendo la sostituzione delle batterie un lontano ricordo.

Personalmente sono una fan del wireless, la possibilità di girare senza quintali di cavi (caricabatterie del MacBook Pro, cavo dell'iPhone, caricabatterie del secondo cellulare per lavoro, batterie per il Magic Mouse, caricabatterie della macchina fotografica digitale e via dicendo) mi sarebbe estremamente comoda, quindi spero che Apple non lasci questo brevetto nel cassetto e lo metta in pratica il prima possibile.

[Via Tuaw]

  • shares
  • Mail
18 commenti Aggiorna
Ordina: