Jobs dice addio all'hosting iWeb e Mobile Me


Che iWeb non fosse più al centro del futuro di Cupertino l'avevamo intuito un po' dal fatto che l'ultima versione della suite multimediale con la mela, quell'iLife'11 rilasciato un anno fa, non ne contemplasse una qualche versione aggiornata. E se a questo aggiungiamo che Mobile Me come lo conosciamo noi cesserà ufficialmente di esistere il 30 giugno 2012, il quadro è completo. E a mettere definitivamente una pietra sopra all'argomento ci pensa una mail attribuita nientemeno che a Steve Jobs in persona.

Oramai, un paio di idee su cosa ci farà Apple con quei 12 Petabyte di storage ordinati a Isilon System ce le siamo già fatte, ma tra queste non figura l'offerta di hosting integrata in iWeb. Tant'è che, preoccupato per i cambiamenti in corso d'opera, un utente avrebbe rivolto all'indirizzo di Jobs un'accorata domanda:

Gent.le Signor Jobs,

dovrò cercarmi un'app alternativa per costruire siti Web e dovrò affidare a qualcun altro l'hosting dei miei siti?
Ho investito parecchio tempo e sforzi e il pensiero di dover imparare un altro software fa pena più di quanto non abbia mai fatto MobileMe.

E la risposta di Jobs, stringata pure per i suoi standard minimalisti, recita:


Sì.
Inviato dal mio iPhone


Ovviamente, il dubbio resta poiché in casi come questi non si può mai risalire con certezza matematica alla paternità della missiva digitale, ma in molti sono pronti a scommettere sulla sua autenticità. Per quel che ne sappiamo, comunque, iWeb potrà continuare tranquillamente ad essere utilizzato: l'unica accortezza sarà quella di affiancarlo ad un buon client FTP. Anzi, visto che siamo proattivi ve ne suggeriamo già uno ricco di feature e totalmente gratuito, il buon vecchio Cyberduck.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 8 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail
27 commenti Aggiorna
Ordina: