iCloud e l'integrazione con Time Capsule


Mancano ormai poche ore all'evento di questa sera che seguiremo come al solito in diretta, ma in rete si stanno moltiplicando le indiscrezioni sulle possibili funzionalità di iCloud coadiuvate dalle nuove Time Capsule basate su iOS.

Una fonte anonima ha rivelato a Cult of Mac che Apple avrebbe sviluppato un sistema per rendere disponibili i back up di Time Machine attraverso iCloud.

I file salvati nella cartella home del Mac sarebbero instantaneamente replicati sulla Time Capsule, che li renderebbe immediatamente disponibili ad altri Mac o ad altri dispositivi iOS attraverso iCloud, ovunque essi si trovino.

Qualunque modifica effettuata in remoto sui file sarebbe automaticamente propagata attraverso iCloud e salvata nuovamente sulla Time Capsule, che eseguirebbe questo compito anche se il computer principale è spento, per poi riversarli in modo trasparente sul Mac non appena questo viene acceso.

Il servizio permetterebbe anche di effettuare il trasferimento di foto e video dall'iPhone o dall'iPad direttamente verso la Time Capsule, per poi renderli disponibili ad altri dispositivi. iCloud sarebbe quindi il mezzo tramite il quale questi file vengono trasferiti e sincronizzati in modo trasparente.

Il back up completo del Mac continuerà ad essere effettuato sulla Time Capsule, che in più fungerà anche da server per propagare i contenuti verso i propri dispositivi iOS ovunque essi si trovino.

Naturalmente tutte queste funzionalità sarebbero supportate nativamente ed in modo del tutto trasparente dalle nuove versioni dei sistemi operativi Apple, OS X Lion e iOS 5.

A buon diritto la soluzione di Apple può quindi essere definita cloud, un sistema di archiviazione distribuito dei contenuti, che risiedono anche a casa dell'utente, diversamente dalle soluzione di Google ed Amazon, dove gli archivi principali sono i loro datacenter e la sincronizzazione dei contenuti è lasciata alle operazioni manuali degli utenti.

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: