Betty, la "cugina" di Siri arriva su Ubuntu

Siri ha fatto proseliti! Dopo l'assistente Google Now assistant per Android OS, ecco arrivare Betty per Ubuntu/Linux Mint.


Betty e Ubuntu phone

Siri, l'assistente virtuale di iOS, è stata incensata ed imitata. Dopo Google, che ha introdotto Google Now, un assistente vocale per Android e dispositivi mobili che permette agli utenti di trovare informazioni rapidamente ed eseguire alcune funzioni di sistema, ecco che Ubuntu si attrezza a sua volta con il suo proprio assistente virtuale.

Betty, questo è il nome di questa parente di Siri appena sbarcata su sistemi Linux che usa il linguaggio naturale (ossia la lingua parlata di tutti i giorni) per rispondere a domande, fare raccomandazioni ed eseguire azioni. Betty è di fatto molto simile a Siri o a Google Now nel principio, solo che usa la riga di comando e non il riconoscimento vocale per interagire.

La verità è che Betty è ai primi stadi di sviluppo e quindi le sue capacità sono alquanto limitate, anche se usa inferenze e riconoscimento del contesto per interpretare i comandi impartiti. Betty può comunque effettuare un certo numero di azioni, come fare ricerche su Internet, trovare file, scaricare documenti, cambiare alcune configurazioni del sistema, riprodurre brani musicali, cercare nelle mappe di Google, comprimere o decomprimere file e così via. Betty usa l'inglese (per il momento) per tradurre i comandi da riga di comando in istruzioni del sistema operativo: si tratta di un Siri un po' più tecnico e dalle capacità che hanno la potenzialità di espandersi all'infinito.

Per esempio, al comando "Betty, qual'è il nome del mio utente?" (betty whats my user name?), Betty lancerà il comando whoami. Queste istruzioni sono espandibili, come detto sopra, visto che si tratta di un progetto Open Source, è anche possibile sottomettere i propri cambiamenti al codice come un patch del progetto Betty. Lo scopo è, nel futuro, integrare Betty con funzionalità di riconoscimento vocale ed usarlo esattamente come Siri in smartphone come Ubuntu phone.

Leggi: Ubuntu OS è partner di otto operatori telefonici

Per installare Betty Assitant in Ubuntu/Linux Mint, dal Terminale (raggiungibile con Ctrl+Alt+T) immettere i seguenti comandi:

sudo apt-get install ruby curl git
cd && git clone https://github.com/pickhardt/betty
echo "alias betty=\"~/betty/main.rb\"" >> ~/.bashrc && source ~/.bashrc

E per avviare la modalità Web per Betty, la quale le permette di accedere ad Internet per le ricerche, basta scrivere sul terminale:

betty turn web mode on

Via | Noobs Lab

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 21 voti.  

I VIDEO DEL CANALE TECNOLOGIA DI BLOGO