Microsoft rilascia una serie di tool per il porting di applicazioni da iOS a Windows Phone 7

strumenti per mappare le API iPhone/iOS a Windows Phone 7

Miscrosoft rilascia una serie di accessori per aiutare gli sviluppatori iOS a passare a Windows Phone 7. Gli strumenti messi a disposizione degli sviluppatori per iOS includono, oltre all'API mapping tool che aiuta a trovare le librerie di WP7 equivalenti a quelle di iOS, una guida di oltre 90 pagine pensata appositamente per gli sviluppatori per iPhone che passano a WP7, una collezione di "storie di sviluppatori" nelle quali programmatori raccontano la loro esperienza nell'effettuare il porting di app per iPhone a WP7 e una "raccolta di risorse chiave" per iniziare.

Secondo Microsoft, la curva d'apprendimento non è poi così ripida e familiarizzarsi con le API di WP7 viene facilitata di molto dagli strumenti messi a disposizione. Se invece si è già familiari con .NET, allora programmare per Windows Phone risulta addirittura facile.

Gli strumenti per mappare le API iPhone/iOS a Windows Phone 7 funzionano come un dizionario che aiuta agli sviluppatori a familiarizzarsi con la piattaforma mobile di Microsoft. Con questo tool, gli sviluppatori iPhone hanno un rapido accesso alle chiamate e ai metodi equivalenti su WP7 delle API iOS. Viene anche fornito del codice C# per effettuare le prove di migrazione del codice iOS. Allo stesso tempo, è visualizzabile la documentazione delle API per entrambe le piattaforme, proveniente dalle risorse Silverlight, C# e XNA su MSDN.

Se nel campo dei sistemi operativi per computer Windows è leader incontrastato del mercato, nel campo delle piattaforme mobili iOS è in rapida espansione, facendo ombra a WP7, che non riesce ancora a decollare.

Miscrosoft cerca quindi di attrarre l'attenzione degli sviluppatori, affinché lavorino su applicazioni per Windows Phone. Se poi questo si risolve con un indebolimento di iOS, "travasando" programmatori da iOS a WP7, allora Microsoft potrebbe festeggiare una vittoria strategica.

Lo sforzo portato dalla Microsoft nell'attrarre sviluppatori per iOS non è nuovo: dal 2010 Microsoft cerca di convincere molti sviluppatori presenti su App Store a sviluppare anche per Windows Phone. La sede europea di Microsoft ha contattato in merito numerose aziende di software, anche in Italia, proponendo aiuti ai programmatori per sviluppare le loro applicazioni anche per WP7.

Questa strategia da parte di Microsoft continuerà anche in futuro. La compagnia seguirà rilasciando strumenti per sviluppatori e proponendo vantaggi all'ora di vendere le proprie app per WP7. Lo stesso Stephen Elop, CEO di Nokia, vede Windows Phone 7 come un terzo polo della telefonia mobile, che cerca di strappare fette di mercato sia ad Android che a iOS.

[Via The Windows Blog]

  • shares
  • Mail