Apple chiude il supporto ad AIM agli utenti coi vecchi ID Mac.com e Me.com

Come anticipato all'inizio dell'anno, Apple ha chiuso i rubinetti della connettività AIM ai vecchi utenti Mac.com e Me.com sulle vecchie versioni di OS X. Disagi e malumori affiorano sul Web.

ichat_imessage



Detto, fatto. Le modifiche ai servizi di messaggistica Apple elencate nel documento di supporto comparso ad aprile di quest'anno è stato in fine messo in pratica. A partire dal 1 luglio, è stato ufficialmente inibito l'accesso su network AIM attraverso vecchi account me.com e mac.com. Chi possiede un ID de genere deve necessariamente aggiornare il proprio Mac OS X 10.7.2 o versioni più recenti, pena l'esclusione totale e irreversibile dal network.

Leggi anche: Apple chiude il supporto ad AIM nelle vecchie versioni di iChat, le possibili soluzioni

Una bella seccatura, soprattutto per quanti si affidavano al vecchio iChat per le videoconferenze o per l'assistenza remota, e possiedono un Mac troppo datato per l'aggiornamento a Lion. Ma questo è il meno. Il cambiamento adottato da Apple, infatti, sta creando disagi anche per gli utenti con versioni più recenti di OS X o che utilizzano soluzioni di messaggistica di terze parti.

Lo racconta AppAdvice, che scrive:

Apple ha pubblicato un articolo sulla knowledge base [...] relativa alla fine del supporto degli account AIM il 30 giugno. Tuttavia, non hanno scritto da nessuna parte che la cosa avrebbe riguardato tutti.
Stavo usando un vecchio indirizzo .mac per AIM. I messaggi sul mio Mac vengono inviati e ricevuti attraverso l'applicazione di terze parti Adium. Dal primo luglio, il servizio non funziona più su nessuno dei miei due Mac. Al momento, il mio iMac ha installato OS X Yosemite, mentre il MacBook Air ha OS X Mavericks.

Il problema, in ogni caso, non sembra riguardare proprio tutti, e forse dipende da un intoppo momentaneo, ma va' a sapere. Il fatto è che gli utenti non riescono ad accedere non solo tramite iChat, ma anche via Adium e perfino attraverso l'interfaccia Web di AOL. Su Twitter sono già partite le lagnanze, e sul sito del supporto Apple è stato appena aperto il thread dedicato alla questione, mentre su un altro thread si tenta di trovare soluzioni tampone.

In attesa che da Cupertino qualcuno si degni di spiegare agli utenti come mai sono stati esclusi dal servizio nonostante rispettassero i criteri minimi, il nostro consiglio è porco ortodosso ma efficace: create un nuovo account AIM e reimportate uno a uno i contatti della buddy list. Ci si perde un po' di tempo, ma almeno si risolve definitivamente.

  • shares
  • Mail