Apple rinuncia al brand "Pod"


Nelle scorse ore, presso l'ufficio brevetti canadese, quelli di Patently Apple hanno scoperto che Apple ha ufficialmente abbandonato i suoi tentativi di tutelare il marchio "Pod." Clonatori di tutto il mondo, sospettiamo, non aspettavano altro.

Dopo sette lunghi anni di battaglie legali e pressioni presso gli uffici competenti per ottenere l'esclusiva sul brand "Pod", a partire dallo scorso 13 aprile ogni sforzo in tal senso è stato ufficialmente accantonato e così, dopo una lunga serie di interventi, ora sullo stato della registrazione campeggia in maiuscolo la scritta "abandoned - section 40(3)". In futuro, quindi, i legali di Cupertino non avranno più appigli legali per fronteggiare i competitor che si ispirano -per dir così- ai dispositivi multimediali con la mela sopra.

Ovviamente la questione non ha nulla a che vedere con l'iPod in sé, visto che su quello Apple ha il pieno controllo. La novità, semmai, apre la porta ai clonatori di professione che ora potranno lanciarsi nella produzione di "ePod" e "MyPod" senza più preoccuparsi delle implicazioni legali della propria politica imprenditoriale.

  • shares
  • +1
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: