Greenpeace punta il dito contro il data center di Apple

Apple si aggiudica l'ultimo posto nella lista di compagnie tecnologiche censite da Greenpeace nel suo report intitolato How Dirty is Your Data? (link al PDF). Sebbene Apple si sia sforzata negli ultimi anni di migliorare la propria sensibilità rispetto ai problemi dell'ambiente, a Cupertino si sono piazzati in ultima posizione per colpa della loro forte dipendenza dal carbone come fonte di sostentamento energetica per il suo data center.

Il report confronta i consumi di energia e risorse di Apple, Facebook, Google, Twitter, IBM, Microsoft, HP, Akamai, Amazon e Yahoo. Nel documento l'associazione sottolinea che il nuovo data center in North Carolina triplicherà il consumo di energia arrivando a consumare quanto 80.000 abitazioni americane. Di tutta quell'energia, il 62% sarà ottenuta dal carbone (una delle fonti più inquinanti) mentre il 32% da energia nucleare.

[Via GigaOM]

  • shares
  • Mail
15 commenti Aggiorna
Ordina: