MacBook senza ventola Intel propone i processori Core M

Apple potrebbe adottare i nuovi processori Intel Core M a basso consumo che non richiedono una ventola per il raffreddamento

Intel Core M senza ventola

Intel ha presentato la nuova serie di processori Broadwell Core M, i primi realizzati con tecnologia costruttiva a 14 nm, che permette di limitare i consumi di energia, aumentando notevolmente l'autonomia delle batterie, e ridurre la dissipazione di calore, facendo così a meno delle ingombranti e rumorose ventole di raffreddamento.

Per evidenziare i vantaggi di questi nuovi processori, Intel ha mostrato al Computex un tablet da 12.5 pollici spesso solo 7.2 millimetri, quindi più sottile di un iPad Air. Tramite un'apposita tastiera il tablet può essere trasformato in un sottilissimo ultrabook dotato di sistema operativo Windows 8.1, ma Intel ritiene che questi processori possano essere utilizzati anche su tablet Android o su portatili Chromebook.

Da alcuni mesi circola l'indiscrezione che anche Apple sia al lavoro su un nuovo notebook da 12 pollici, ancora più sottile dei MacBook Air, dotato di un grosso touchpad simile al Magic Trackpad e sopratutto privo di ventola di raffreddamento.

Secondo alcune indiscrezioni questo inedito MacBook potrebbe essere dotato di processore ARM a 64 bit, ma l'annuncio di Intel lascia supporre che Apple abbia anche valutato l'adozione dei nuovi processori Broadwell Core M per realizzare un sottilissimo e leggerissimo ultrabook con sistema operativo OS X Yosemite.

Leggi: Apple testa MacBook con processore ARM e Magic Trackpad

I nuovi processori Intel Broadwell però dovrebbero essere disponibili per essere integrati nei vari dispositivi solo verso la fine dell'anno, mentre secondo indiscrezioni piuttosto attendibili il nuovo MacBook potrebbe essere quasi sulla dirittura d'arrivo.

C'è da dire però che Apple ha sempre una corsia preferenziale, riuscendo ad ottenere da Intel i primi esemplari prodotti dei nuovi processori, inoltre Intel ha aspettato il 3 giugno per annunciare questi nuovi processori, proprio il giorno dopo l'evento di inaugurazione del WWDC 2014, dove forse era attesa anche la presentazione del nuovo MacBook, evidentemente slittata ad altra data.

  • shares
  • +1
  • Mail