LightPeak anche su iPad 2?


Ammesso che i rumor di quest'oggi si riveleranno veritieri, pare che la connessione LightPeak in arrivo sui Mac bacerà anche la prossima generazione di iPad attesa a brevissimo. E già che ci siamo, con l'occasione Apple le cambierà anche il nome.

L'interfaccia a cavo ottico progettata da Intel potrebbe finalmente giungere sul mercato non sui Mac come ipotizzato, ma piuttosto sui tablet con la mela. Ricorderete senz'altro le fotografie che ritraevano la cover per iPad 2 e la strana apertura che aveva in basso: se le indiscrezioni di MacRumors avessero ragione, non si tratterebbe né di uno slot SD né di una porta Mini DisplayPort, quanto per l'appunto della velocissima LightPeak.

E in effetti, tra quest'ultima e le comuni connessioni USB c'è molto più in comune che il solo aspetto fisico: a livello di connettori, infatti, la somiglianza è piuttosto marcata ma anche i filamenti stessi su cui viaggiano i dati, almeno per il momento, sono costituiti di rame e non di fibra ottica. A scapito di velocità parecchio inferiori ai teorici 10 Gbps, il conduttore meno pregiato offre connessioni sufficientemente stabili per la maggior parte degli scopi ma ad una frazione del costo. Si può quindi ipotizzare un futuro con cavi di alta e bassa qualità a seconda dell'impiego che l'utenza intende farne.

La notizia, ovviamente, va presa con le canoniche pinze e rappresenta l'ennesimo tassello discordante in un quadro in cui s'è detto praticamente tutto e il contrario di tutto. E a questo dobbiamo aggiungere che, probabilmente, così com'è per il WiFi-Airport su Mac LightPeak assumerà un nome diverso coniato apposta dal marketing di Cupertino. La nostra fortuna è che l'attesa, se non altro, non dovrebbe durare ancora a lungo.

  • shares
  • +1
  • Mail
13 commenti Aggiorna
Ordina: