iPhone e iPad, caricare più velocemente la batteria e mantenerla sana a lungo

Se andate di fretta e avete bisogno di ricaricare d'urgenza l'iPhone o l'iPad, ci sono almeno un paio di modi per accelerare il processo. E già che ci siamo, vi diamo qualche dritta per mantenere in salute la batteria.

batteria-ipad

Prima o poi capita a tutti una giornata piena d'impegni, e l'iPhone che non arriva neppure alla metà del pomeriggio. Purtroppo è un difetto di tutti gli smartphone moderni, e non c'è molto altro da fare se non procurarsi un sistema di ricarica mobile (tipo cover o kit con batteria integrata) o un caricabatterie USB, sperando di trovare pure una presa. Se però avete sia l'uno che l'altra, e siete solo a corto di tempo, sappiate che potete ridurre i tempi di ricarica in modo significativo adottando un paio di escamotage.

Ricarica veloce di iPhone e iPad

La fisica dietro questo trucco è molto elementare: se si evita di sperperare l'energia del telefono durante la ricarica, la batteria si riempirà di elettroni più rapidamente. E per ottenere lo scopo, conviene spegnere del tutto il dispositivo; in alternativa, potreste anche impostare semplicemente la Modalità Aereo, avendo però cura di non giocherellare col dispositivo. Ovviamente, una presa di corrente fornirà un flusso di corrente pressoché ottimale, garantendo i migliori tempi di ricarica possibile; se invece siete da portatile, potrebbe volerci parecchio di più. Se non avete alternative, scollegate per lo meno tutte le periferiche USB, mouse compreso, così da dare priorità al gingillo iOS. Inoltre, evitate di effettuare sincronizzazioni, e state attenti che il computer non entri in standby.

Dai nostri test effettuati su un iPhone 5s (con e senza Modalità Aereo), risulta che le differenze sono più marcate soprattutto passando dallo 0% al 25% di carica; a mano a mano che ci si avvicina al 100%, si guadagna solo pochi minuti; per arrivare al 95%, per dire, ci sono voluti 1 ora e 29 minuti in Modalità Aereo, e 1 ora e 33 col 3G attivato. Insomma, non aspettatevi miracoli, ma di sicuro la differenza c'è e si sente; e in certi frangenti, anche mezz'ora in più di autonomia può fare la differenza.

Infine, scrive Apple sul suo sito Web, sappiate che temperature elevate dell'ambiente riducono le prestazioni della batteria di iPhone e iPad;

Il tuo iPhone funziona al meglio tra 0 e 35 °C, e va riposto in luoghi con temperatura compresa tra -20 e 45 °C. L’ideale è mantenere la temperatura dell’iPhone il più possibile vicina a quella ambiente (22 °C).

Qualche consiglio per la salute della batteria

In generale, ogni volta che i lettori ci chiedono suggerimenti per far durare di più la batterie, ci limitiamo a minimizzare il problema. Usate i vostri computer e dispositivi secondo le vostre esigenze e inclinazioni, senza star troppo dietro a standy, ricariche et similia. Le uniche accortezze sono semplicemente di buon senso. Evitate di tenere perennemente collegato un computer o un dispositivo alla corrente, perché questo impedisce il libero movimento degli elettroni, e di tanto in tanto fatelo arrivare allo 0%. L'ideale sarebbe un ciclo di carica e scarica completo ogni mese:

Per un corretto rilevamento dello stato di carica della batteria, assicurati di eseguire almeno un ciclo di carica al mese (caricando la batteria al 100% e lasciandola quindi esaurire completamente).

Per il resto, utilizzateli come e più vi aggrada. Tanto, le batterie agli ioni di Litio prima o poi sono comunque destinate ad essere sostituite. È solo una questione di tempo.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: