È stato proposto a Eric Schmidt di essere CEO di Apple ad interim?

Schmidt e Jobs
Intervistato dalla CNBC, Eric Schmidt si è esteso sulle relazioni fra Google e Apple, un tema particolarmente spinoso in un momento in cui Steve Jobs è assente per motivi di salute, sostituito da Tim Cook, e lo stesso Schmidt ha annunciato le sue dimissioni da Amministratore Generale ad aprile. A sostituirlo sarà il co-fondatore di Google Larry Page.

Al contrario di Patrick Lo, CEO di Netgear, che non ha saputo misurare le sue parole, lasciandosi scappare commenti che sono stati interpretati come un augurarsi il ritiro di Steve Jobs dalle scene, Eric Schmidt ha augurato all'ex collega una pronta guarigione. Infatti, quando interrogato sulle relazioni fra le due compagnie, ora che Tim Cook è alla guida di Apple, il CEO di Google ha tagliato corto: "Credo che non sia un tema appropriato. Steve [Jobs] è ancora il CEO e spero che continui ad esserlo per sempre."

Finora tutto bene; un tema scottante addirittura trattato con eleganza. Ma le orecchie dei giornalisti si sono rizzate quando Schmidt ha risposto a una domanda in apparenza banale, ossia se gli era stato proposto di sostituire alla testa di Apple Steve Jobs, durante questo periodo di malattia. La replica dell'amministratore generale di Google è stata ancora una volta breve e tagliente:

Non parlerò di conversazioni personali.

Una risposta che non svela niente, ma invece sembra dire tutto: apparentemente un contatto fra Eric Schmidt e la dirigenza di Apple è avvenuto ed è rimasto sul piano personale. Nel linguaggio di Schmidt, questo vuol significare che nessuna proposta ufficiale gli è giunta, anche se in via ufficiosa la situazione è ben disversa.

Eric Schmidt era stato membro del consiglio di amministrazione di Apple, fino a quando l'entrata sul mercato di Android non lo aveva spinto ad uscirne. Ora che i rapporti fra le due compagnie sono stabili, sembra essere arrivato il momento di un riavvicinamento.

[Via 9to5mac]

  • shares
  • +1
  • Mail