Yahoo, pressioni su Apple per diventare il motore di ricerca di default in iOS

Yahoo vuole diventare il motore di ricerca di default su iOS 8, e per questo sta facendo da tempo pressioni su Apple.

yahoo-ios

Yahoo vuole entrare nella grazie di Apple e intestarsi così un posto al sole su iOS 8. E per ottenere lo scopo, sta lavorando ad un paio di progetti segreti su ricerca mobile e monetizzazione nella speranza di convincere la mela a convolare a giuste nozze.

La notizia l'ha riportata in queste ore Re/code, ma in verità non rappresenta una novità assoluta; già l'anno scorso, infatti, il Wall Street Journal raccontava delle trattative in corso tra le due società per integrare in modo più incisivo i servizi di Yahoo nell'app Meteo e Borsa.

Il resoconto di oggi, invece, racconta del CEO di Yahoo Marissa Mayer impegnata nella presentazione ai dirigenti Apple dell'aspetto e delle funzionalità dei nuovi servizi in progettazione. I progetti sono conosciuti internamente col nome in codice di "Fast Break" e "Curveball" e vanno entrambi inquadrati nella volontà generale di riprogettare il motore di ricerca mobile:

Non è ancora accaduto nulla di ufficiale, si tratta solo del grande e grosso obiettivo di Yahoo, hanno affermato le fonti. Ciononostante, molti dicono che la Mayer abbia già attaccato bottone con qualche dirigente Apple sulla faccenda, incluso il potente vice presidente senior del design Jony Ive, con cui ha rapporti antichi risalenti agli anni in Google.
"È questo lo scopo di tutta la giostra, qui, cioè di assicurarci una posizione di vantaggio nella ricerca su iOS," ha affermato una persona che lavora al progetto. "Ci vorrà tuttavia molto più che qualche bella immagine per convincere Apple ad abbandonare Google, data la sua maniacale ossessione per l'esperienza utente, che infatti è il non plus ultra. Ma Marissa lo vuole ad ogni costo."

Stando a quel che si legge, un accordo è ancora ben lungi dal concludersi, ma di sicuro Apple e Yahoo stanno avvicinandosi parecchio. E c'è da scommettere che, potendoselo permettere, la mela non ci penserebbe due volte a buttare fuori Google da iPhone e iPad; per il momento, Mountain View è e resta il punto di riferimento su Safari mobile, anche se gli utenti possono opzionalmente impostare Yahoo o Bing come motore di default. In futuro, chissà come andranno le cose. In fondo, Microsoft fornisce già ora i risultati di ricerca di Siri con Bing, e le mappe di Google sono state rimpiazzate da quelle Apple. Insomma, i tempi sono maturi: da una parte Yahoo vuole sedurre Apple, e dall'altra Apple non vede l'ora di essere sedotta.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail