Uscita iWatch: Apple punta al Q3 2014?

65 milioni di iWatch in arrivo nel Q3 2014. Dobbiamo crederci?

Mentre su YouTube c'è chi si diverte in ogni modo a immaginare iWatch e il futuro dei dispositivi che popoleranno la nostra casa, dalla solita catena di produzione ci arrivano altre voci di corridoio riguardanti lo smartwatch firmato Apple. A quanto pare, infatti, la società di Cupertino starebbe puntando al terzo quarto del 2014 per l'uscita del suo nuovo dispositivo, secondo quanto riportato da Economic Daily.

Il nuovo report arriverebbe accompagnato da una richiesta di materiali per produrre iWatch, con la richiesta da parte di Apple ai suoi partner di vedere la consegna dei primi modelli finali entro il prossimo mese di agosto, per effettuare come dicevamo il lancio durante l'autunno. Un ottimo periodo, in linea con altri lanci effettuati da parte della società guidata da Tim Cook, ma soprattutto in dirittura d'arrivo per il Natale, periodo in cui naturalmente iWatch potrebbe essere tra i regali più gettonati.

iWatch dovrebbe essere assemblato da Quanta Computer, con sede a Taiwan, stesso luogo dove si trova Richtek, altra società entrata nella catena di rifornitori per la produzione dello smartwatch. Sempre stando alle nuove voci, Apple avrebbe attualmente pianificato l'arrivo sul mercato di 65 milioni di iWatch entro fine 2014, invadendolo di fatto per tentare così di sbaragliare una concorrenza sempre più agguerrita su questa fetta di mercato. Il processore dello speciale orologio dovrebbe essere disegnato da Apple, ma prodotto da Samsung.

Quanto riportato all'interno di questo post è naturalmente solo l'ultima di una serie di voci che si sono rincorse su iWatch negli ultimi mesi, così come la presenza di un sensore per i raggi UV "svelata" oggi. Di recente si era parlato anche di un pedometro avanzato, sensore per glicemia e altri tipi dedicati alla biometria.

iwatch-concept

Via | iClarified.com

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail