Adobe annuncia Lightroom Mobile per iPad, arriva l'editing fotografico in mobilità

Adobe ha annunciato la versione per iPad di Lightoom, l'app professionale per l'editing fotografico in mobilità.

Lightroom sbarca ufficialmente su iOS. Adobe ha annunciato in queste ore il lancio di Lightroom mobile per iPad, l'app per tablet Apple che permetterà a fotografi e appassionati di continuare a lavorare in mobilità, in tandem con la versione Desktop. Per questa ragione, non funzionerà come un software a sé stante, ma avrà bisogno di un abbonamento al Creative Cloud di Adobe e a Lightroom 5.

Lightroom mobile si integra con la versione per Mac e Windows di Lightroom 5 e con la libreria di contenuti salvata in locale, grazie alla semplice immissione delle credenziali Adobe ID. In realtà, l'app si limita a scaricare delle Anteprime Intelligenti (Smart Previews) dei file presenti su computer, il che rende il trasferimento molto celere. Nelle pagine dedicate alla notizia, Adobe scrive:

La nuova app Lightroom mobile porta su iPad la potenza di Lightroom, con gli strumenti essenziali per la fotografia -tipo il processamento non distruttivo dei file- e nuove tecnologie di Smart Preview per liberare dai confini del Desktop l'editing professionale delle foto. Lightroom mobile è costruito su una potente architettura di sincronizzazione, progettata in modo specifico per le foto, e fornisce il modo più efficiente per gestire e manipolare le immagini tra i computer, i dispositivi mobili e il Web.

lightroomdesktopsync

In pratica, il costante scambio di dati coi server Adobe rende superfluo il download di grossi pacchetti di dati, ma si dà per scontato che abbiate una connessione ad Internet adeguata disponibile in ogni momento. Chi lo desidera, in ogni caso, può anche scaricare l'intero database al completo e in un'unica soluzione. Ogni modifica effettuata attraverso l'app mobile si riverbera in automatico sul Desktop, lasciando traccia nella cronologia dei salvataggi, così che possiate sempre tornare indietro a vostro piacimento.

Le funzionalità supportate sono le medesime che trovate su Mac, compreso l'accesso ai metadati, gli strumenti di editing basilari con tutti i preset presenti nella versione Desktop (esclusi quelli custom), le regolazione di ombre, contrasto, luminosità e molto altro. Ovviamente non mancano il crop e la rotazione, più qualche altra chicca. In generale, non dovete pensare a Lightroom Mobile come a un sostituto della variante PC, quanto piuttosto di un modo intuitivo e comodo per portare a termine alcuni compiti, o magari per portarsi un po' avanti col lavoro prima di rientrare.

Tant'è che è stata data molta enfasi soprattutto alle funzioni di catalogazione degli scatti, con possibilità di organizzarne la vista in base all'ora di cattura, al nome del file, all'orario di modifica e molto altro; per gestire al meglio tutta questa complessità, ovviamente, si è reso necessario includere il supporto a qualche gesture speciale che funziona in tutta l'app, tipo il tap a due o tre dita. Completano la dotazione, infine, le feature di social networking, e lo slideshow integrato.

Lightroom mobile per iPad è disponibile in download gratuito seguendo questo link ad App Store. Come già accennato, tuttavia, richiede un abbonamento a Creative Cloud complete plan (61,49€/mese), al Photoshop Photography Program (12,29€/mese), al Creative Cloud Student and Teacher Edition (19,99€/mese con vincolo annuale) oppure ancora al Creative Cloud for teams (€39,99 per utente/al mese). Trovate tutte le informazioni commerciali che vi servono su questa pagina del sito Adobe.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail