iPad nel Cinema, utilizzato per controllare la pioggia in "Noah"

Nel film Noah, con Russell Crowe e Emma Watson, l'iPad gioca un ruolo fondamentale. È stato usato per controllare pioggia, fulmini e cataclismi.

Qualcuno non ha esitato a definirlo il film "evento" della Primavera, e di sicuro c'è molta attesa per Noah, il film di Darren Aronofsky con Russell Crowe e Emma Watson, incentrato sulle vicende bibliche dell'Arca di Noè, narrate nell'Antico Testamento. E in alcune delle scene importanti, rivela Wired, l'iPad è stato addirittura decisivo.

Grazie ad un tablet Apple e ad un'app ad hoc, infatti, i tecnici potevano controllare in tempo reale cataclismi, inondazioni, pioggia, fulmini e saette. Si tratta di una poderosa griglia di cui sarebbe andato fiero lo stesso Giove Pluvio, capace di creare dal nulla un acquazzone da 20 metri cubi d'acqua al minuto e di trasformare la notte in giorno, con tanto di effetti temporaleschi.

E l'ottavo giorno, abbiamo avuto le app. Il nuovo film del regista Darren Aronofsky Noah riguarda ovviamente il Diluvio Universale, che ha richiesta perfino la costruzione di un'arca. Portare un diluvio così apocalittico sul grande schermo non era certamente un compito facile, e richiedeva un team intero per gli effetti speciali che stesse dietro le quinte per, be', far piovere.

I nostri colleghi di Cineblog parlano di una partenza col botto, con oltre 44 milioni di dollari di incassi in appena 72 ore; una bella soddisfazione per un colossal costato 125 milioni di dollari e ritenuto da più parti a rischio flop. L'uscita nelle sale italiane è prevista per il 10 aprile 2014.

noah

  • shares
  • Mail